Serata del 28 Aprile 2022

Giovedì us ci siamo riuniti insieme al Club Rotaract per una sera dedicata ad un argomento molto interessante ovvero l’intelligenza artificiale e il mondo delle nuove scienze e tecnologie.

Ospite e relatore della serata è stato il Prof Valter Fraccaro di cui allego un succinto curriculum.

Valter Fraccaro

Presidente del centro senese per l’intelligenza artificiale SAIHub, focalizzato sull’applicazione dell’Artificial Intelligence (AI) nel settore della Scienze della Vita (Agrifood, Farmaceutica, Biotecnologia, Dispositivi medici) Sui temi legati all’innovazione pubblica regolarmente su Agenda Digitale e, in Svizzera, su Innovando News.

E’ advisor e formatore per società private, fondazioni, studi di consulenza aziendale riguardo ai temi di etica, design e sostenibilità dell’innovazione. Si occupa inoltre di finanziamenti pubblici e privati per progetti mirati alla Sostenibilità. in particolare attraverso l’uso dell’innovazione digitale.

Già manager di aziende italiane e internazionali, è anche stato direttore del Centro Sistemi Informativi dell’Università di Padova. Ha inoltre fondato due imprese: la prima dedicata a progetti di innovazione digitale, la seconda specializzata nella gestione informatica di dati scientifici.

E’ molto difficile riassumere quanto è stato detto ma condensando si può dire che  con il termine intelligenza artificiale si vuole intendere il concetto che oggi una enorme mole di dati è aquisibile in un tempo brevissimo, ma spetta comunque poi all’uomo farne l’uso che crede più opportuno.

Tutti i settori della scienza e della conoscenza possono usufruire della AI, vedi la medicina dove si va verso una personalizzazione delle terapie e una diagnostica sempre più rapida e precisa e settoriale, nonché nell’infinito mondo della industria e della tecnologia a tutti i livelli.

La serata poi è proseguita con l’ingresso nel club di un nuovo socio, Gabriele Batignani, presentato da Mario Carmellini.

Anche il Rotaract ha immesso una nuova socia, Eleonora Burroni, figlia del nostro Luca Burroni.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento