mm

“Rotary-Fumoir”-La storia del Sigaro Toscano

by Presidente on

Giovedì 27 Settembre 2018

 Una serata settembrina particolarmente mite e con cielo stellato ha reso ulteriormente piacevole la Conviviale che si è svolta a Rocca delle Macie e che ha avuto come argomento “La storia del Sigaro Toscano”L’organizzazione, curata dal nostro Socio Sergio Zingarelli e dalla gentile consorte Daniela, ha reso davvero speciale l’evento. La qualità del cibo, dei vini e dei distillati ha fatto il resto.

  L’esperto Relatore ci ha fatto approfonditamente conoscere una delle “eccellenze” italiane

 Già al momento dell’aperitivo abbiamo imparato come accendere un sigaro, iniziando poi a dare i primi “puff” ad un “toscanello” alla vaniglia, apprezzato molto anche dai non-fumatori ed in particolare dalle Signore, che si sono cimentate con disinvoltura nel tasting, abbinando il “toscanello” con una bollicina Chardonnay brut.

 Nella seconda parte della Conviviale è stata illustrata la storia del sigaro Toscano fin dalle sue origini, nel 1818, quando il granduca di Toscana Ferdinando III fondò a Firenze una manifattura di tabacchi in cui venivano prodotti sigari fermentati, il cui tabacco, dopo essere stato accidentalmente bagnato da un acquazzone nel 1815, fu messo ad asciugare e, perché non si perdesse, venne usato per produrre sigari di basso costo, che incontrarono ben presto il favore dei fumatori. Ad oggi la produzione da parte di Manifatture del Sigaro Toscano avviene nei due stabilimenti di Lucca e Cava de’Tirreni. Il tabacco tipo Kentucky che viene coltivato in Italia afferisce al centro di raccolta di Foiano della Chiana.

 Nota di merito è quindi che la nostra Conviviale sia coincisa proprio con la ricorrenza dei 200 anni di vita del Sigaro Toscano!

 Ulteriori notizie, dettagli e risposte alle innumerevoli domande dei commensali sono state fornite dallo stesso Relatore quando, passando di tavolo in tavolo con il cofanetto humidor, ha distribuito i classici sigari toscani, che successivamente sono stati “degustati” nello spazio esterno, abbinandovi cioccolato fondente e distillati.

 Ad impreziosire la serata, sono stati regalati alcuni gadgets, quali taglia-sigari, accendini, fiammiferi, guide alla degustazione e simpaticissime spille con il sigaro. Nei prossimi nostri incontri saranno poi recapitati gli attestati a tutti i partecipanti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

mm

Written by: Presidente

Lascia un commento