mm

Passaggio del collare

by Mauro Picchi on

Giovedi 23 Giugno si è svolto il passaggio del collare da Mauro Picchi a Duccio Panti. E’ stata un bellissima serata in una location fantastica ovvero il Royal Golf Club di Bagnaia. Molta partecipazione di soci, eravamo veramente un bel numero. E’ stato distribuito il libro SIENA -I LUOGHI DELL’ACQUA scritto dal nostro socio Alberto Fiorini. La serata è stata arricchita dalla consegna di tre PHF ai soci Massimo Verdi, Fausto Lorè e Pasqualino Paulesu.

I due Presidenti ovvero Mauro Picchi a termine di mandato e Duccio Panti che inizierà il 01 Luglio prossimo hanno tenuto le loro relazioni

Discorso di MAURO PICCHI:

Care Amiche, cari Amci, gentilissimi ospiti,

un anno passa veloce o lento a seconda di come lo viviamo. Ecco, un anno da presidente del Rotary Club Siena è praticamente “volato via”. Sembra ieri che ho ricevuto questo Collare da Elisabetta Miraldi e ora sono a cederlo a Duccio Panti.

E non a caso ho usato l’espressione “volato via” perché questa più di tutte intercetta un mio campo d’interesse, meglio una grande passione, il volo e le sue caratteristiche più peculiari: la velocità e la libertà.

Un noto pilota e grande scrittore Antoine de Saint- Exupéry nel libro Terra degli uomini, del 1939 ha scritto:

    “L’aeroplano è senza dubbio una macchina, ma che strumento di analisi! Ci ha svelato il vero volto della terra.”

Questa frase esplicita la mia grande passione, ma paradigmaticamente esprime molto bene anche l’esperienza vissuta da presidente perché è grazie a questo ruolo che ho compreso meglio il volto della nostra associazione.

Il primo impatto con la presidenza è imponente perché questa è un’esperienza che fornisce tanti insegnamenti e, opponendo resistenza, ti insegna a misurarti con le sfide

L’esperienza di ricoprire il ruolo del presidente è veramente eccezionale, e la consiglio vivamente a tutti, non privatevi di questa opportunità. Si impara a conoscere il Rotary in tutti i suoi aspetti e dispositivi e si capisce di far parte di una grande famiglia internazionale. A qualunque porta si bussi si viene accolti con amicizia e rispetto.

Il Rotary si impara a conoscere piano piano perché è veramente un grande mondo, per cui consiglio a chi è entrato da poco di avere pazienza perché solo con il tempo e frequentando si riesce a entrare in questa realtà. A tale proposito vi sprono a frequentare gli appuntamenti distrettuali perché confrontandoci con gli altri club e con il mondo del Rotary international si impara e si entra nei meccanismi che altrimenti ci risulterebbero estranei.

Il tirocinio è importante per tutti, come ugualmente importante è riconoscere quei maestri che ci hanno preceduto che sempre guardiamo con ammirazione, sono loro quelli da cui ricevere consigli ed a cui carpire segreti. Questa esperienza di cui si sente immancabilmente il peso delle responsabilità non è solo un viaggio, non è solo un’avventura è qualcosa che ti permette di approdare ad una visione solidale e aperta verso gli altri, che ti conduce alla comprensione che implica la conoscenza. Mi avvarrò dei ricordi per rammentarci che dentro ognuno di noi c’è aspirazione, tensione verso un intento condiviso “che ci fa guardare insieme nella stessa direzione “.

Ringrazio tutti per la collaborazione ricevuta e per il viaggio compiuto insieme.

Discorso di DUCCIO PANTI:

Carissime amiche e carissimi amici, gentili ospiti,

una saluto al Past Governor Pietro Terrosi Vagnoli

all’assistente del Governatore Stefano Inturrisi

eventuali rappresentanti delle Istituzioni

ed ai presidenti e rappresentanti degli altri club

sono veramente emozionato ed orgoglioso di assumere la guida di questo prestigioso club che tanto ha fatto,  dalla sua fondazione,  per la nostra città,  per la nostra Italia e per il mondo, perché il Rotary non ha confini.

In questi giorni ho riletto i nomi dei Presidenti che mi hanno preceduto, tutte persone che hanno avuto un ruolo importante e fondamentale nella nostra società: spero di essere all’altezza del compito assegnatomi.

E pensando ai Presidenti che mi hanno preceduto, il pensiero va anche a tutti gli Amici (con la A maiuscola) che ci hanno lasciato, qualcun purtroppo prematuramente, ma che sono certo ci stanno guardando ed ai quali rivolgo il mio commosso ricordo e ringraziamento per tutto ciò che ci hanno trasmesso ed insegnato per essere dei Rotariani all’altezza di questo prestigioso Club.

Stimolato, quindi, dal sostegno di chi mi ha preceduto e da tutti voi soci,  mi accingo a intraprendere questa annata che, forse immeritatamente, ma con estremo ORGOGLIO avrò l’onore di rappresentare : il Rotary Club Siena, un club storico, importante, che ha dato 4 Governatori al nostro distretto, si è distinto e si distingue nella città è conosciuto ammirato e osservato

Spero di essere all’altezza del compito che mi avete chiamato a svolgere.

Ma per fare una buona annata il Presidente non può e non deve essere lasciato solo, io rappresento una squadra e si vince tutti insieme:

Perciò, vi presento la squadra  che mi affiancherà in questa avventura  :

Mauro PICCHI                     PRESIDENTE USCENTE

Massimo PAGANO             VICE PRESIDENTE

Cesare BIAGINI                   PRESIDENTE ELETTO

Domenico BENEVENTO   SEGRETARIO

Sabina D’ANGELO            PREFETTO

Roberto MARCHETTI                     TESORIERE

Ed i Consiglieri  Elena BINDI, Paolo COCCHIA, Niccolò FIORINI, Alessandro FORNACIARI, Raffaele LO BUONO, Donata MEDAGLINI, Filiberto SEVERI

e collaborerà con me, quale Consigliere aggiunto responsabile dell’INFORMAZIONE, l’amico Mario CARMELLINI

Avrò bisogno di tutti voi, Socie e Soci, non solo dei Consiglieri e collaboratori più stretti, ma anche dei Presidenti e componenti delle varie Commissioni che hanno accettato di aiutarmi in questo difficile compito e che ringrazio.

Sarò sempre a vostra disposizione per ricevere suggerimenti, consigli e critiche, soprattutto critiche, perché proprio quest’ultime saranno indispensabili per crescere e reggiungere  il meglio che il nostro grande Rotary Club  merita.

Il Rotary è una grande famiglia dove ognuno deve sentirsi a proprio agio ,rinsaldando l’amicizia ed il desiderio di stare insieme attraverso le occasioni di incontro ed gli eventi che verranno organizzati.

Infatti, oltre alle conviviali e caminetti, abbiamo pensato di organizzare anche altri momenti di incontro – anche semplici visite nei fine settimana per andare ad incontrare gli amici degli altri club – per rafforzare il legame tra tutti noi e fare servizio per gli altri, che sarà il nostro obbiettivo

 

Particolare attenzione verrà poi riservata alla Comunicazione interna ed esterna al Club per farsi conoscere e far conoscere i nostri service : come ci raccomanda il Distretto, oltre a fare bene , dobbiamo far conoscere agli altri cosa fa il ROTARY.

Ogni nostro evento non dovrà essere di solo e sano svago e divertimento, ma avrà anche un obiettivo di servizio : faremo servizio divertendoci, ORGOGLIOSI di essere rotariani.  

NON ci dimenticheremo di chi è più sfortunato di noi e anche in tali occasioni  faremo dei services.

Vogliamo intensificare i rapporti con le Istituzioni pubbliche e le istituzioni rotariane.

Per i services, oltre quelli ormai istituzionali che ci vedono impegnati da moti anni, ne stiamo organizzandone altri, tra cui un service internazionale, che caratterizzeranno l’annata ed il Rotary Siena.

Ma non voglio rubarvi altro tempo ed il dettaglio delle iniziative già in programma e in via di definizione ve lo comunicherò il 7 luglio in occasione della nostra prima Conviviale dell’annata 2022/ ‘23 che si svolgerà alla Chigiana con il consueto concerto, per rinnovare il nostro legame con la prestigiosa Istituzione senese ed il successivo 14 luglio presso il Kartodromo di Casetta

Di volta in volta vi illustreremo le iniziative che non sveliamo per non togliervi il piacere della sorpresa .

Non voglio rubarvi altro tempo.

mm

Written by: Mauro Picchi

Lascia un commento