mm

NATI PER LEGGERE E PER LA MUSICA

by Presidente on

Conviviale del 18 Luglio 2019

 

NH Hotel Siena

 

Relazione della Dott.ssa  SILVIA DRAGONI

 

Giovedi 18 Luglio, presso l’NH HOTEL Siena si è svolta la Conviviale che ha avuto come relatrice la Dott.ssa SILVIA DRAGONI.

Laureata in Medicina-Chirurgia presso l’Università degli Studi di Firenze, specializzata in Clinica Pediatrica, la Dott.ssa DRAGONI è stata nominata nel 2017 Referente Regionale del Progetto “ Nati per Leggere e per la Musica” e in tale veste opera come divulgatrice del programma e formatrice in docenza in corsi multidisciplinari per bibliotecari, volontari, operatori sanitari oltre ad aver firmato il Patto della Lettura per la Regione Toscana.

Nel 2017, insieme alla biblioteca degli Intronati del Comune di Siena e alla Rete documentaria senese ( Redos) ha vinto il premio nazionale Nati per Leggere alla Fiera Internazionale del Libro di Torino con il progetto “ Tu (NON) sei piccolo” – per il miglior progetto di promozione della lettura rivolto ai bambini 0-5 anni.

Nella motivazione del premio si legge : “ Si premia un progetto che da una serie di iniziative non coordinate, già presenti nel territorio, è riuscito a creare una rete capillare in grado di toccare utenze diverse. Un progetto pluriliguistico e multietnico, che rivolge particolare attenzione al prenatale e al neonatale”.

 

Nella sua introduzione, la Dott.ssa Dragoni ha descritto scopi e finalità di Nati per Leggere, un’iniziativa culturale no profit promossa dall’azione congiunta dell’Associazione Italiana Biblioteche ( AIB), dall’Associazione Culturale Pediatri (ACP) e dal Centro per la Salute del Bambino (CSB).

Il progetto, nato nel 1999, ispirato a studi ed esperienze condotte presso il Boston Medical Center ,si prefigge l’intento di promuovere la lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra 6 mesi e 6 anni con lo scopo di favorire la percezione del libro come strumento e crocevia di intense esperienze affettive-esistenziali.

 

Nati per la Musica  è invece un progetto italiano avviato nel 2005 sulla scia di Nati per Leggere per la diffusione della musica nella fascia di età 0-6 anni ; anche questo progetto si inserisce nell’ambito del sostegno alla genitorialità, considerato che la musica, coltivata fin dalla prima infanzia, è utile a favorire uno sviluppo equilibrato e armonico dell’individuo e nel 2007 ha ottenuto  il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo.

 

 

 

La relatrice ha quindi illustrato, alla luce dei dati  prodotti da numerosi studi,  come sia ormai accertato che un adulto che legge ad alta voce genera nel bambino un senso di protezione e di stimolo per lo sviluppo emotivo ed intellettuale , sottolineando infine gli effetti positivi che possono derivare dall’abitudine a leggere ai bambini sin dai primi anni di vita   quali l’ aumento del tasso di scolarizzazione oltre a un migliore sviluppo relazionale e affettivo del bambino.

Oltre al piacere impareggiabile della condivisione del racconto ( si pensi alle filastrocche o alle ninna-nanna) che rafforza la relazione genitori-figli, l’abitudine a leggere risulterebbe dunque un elemento che può concorrere anche a realizzare   una migliore crescita civile e sociale di una comunità.

La relazione si è quindi conclusa con la segnalazione ai presenti di alcuni libri per bambini, selezionati dall’Osservatorio Editoriale di Nati per Leggere e adeguati alle diverse età secondo criteri che tengono conto delle illustrazioni, della veste tipografica, dell’aspetto pedagogico.

Nella seconda parte della serata, la relatrice ha poi risposto alle diverse domande e considerazioni che i Soci presenti hanno formulato a dimostrazione dell’interesse suscitato dall’argomento.

La conviviale si è chiusa con i ringraziamenti da parte della Dott.ssa Dragoni al Club per l’accoglienza e l’ospitalità ricevute, con la speranza di aver contribuito alla diffusione del progetto sottolineando il valore e l’utilità della lettura

mm

Written by: Presidente

Lascia un commento