mm

La Stazione Spaziale Internazionale

by Presidente on

IN ORBITA, CON IL ROTARY SIENA!

Giovedì 2 Maggio, presso l’Hotel Garden si è svolta l’interessantissima Conviviale che ha avuto come relatore la Dr.ssa Francesca Castagna, sorella della nostra Socia Maria Grazia.

La Dr.ssa Castagna da circa 12 anni lavora per conto dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) sul progetto “Stazione Spaziale Internazionale”, presso il Centro Aerospaziale di Monaco di Baviera. Per diversi anni ha fatto parte del Flight Control Team (gruppo controllori di volo) nella sezione che ha la responsabilità di pianificare le attività da svolgere a bordo, nel corso delle missioni degli astronauti. Da qualche anno nel team di Mission Management (gruppo gestione missione), con il ruolo di Increment Engineer (ingegnere di missione). L’intero gruppo di lavoro ha la responsabilità di coordinare tutti gli aspetti che concernono la preparazione e l`implementazione delle missioni spaziali a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, secondo gli obiettivi e negli interessi dell’Agenzia Spaziale Europea. Il tutto si svolge in collaborazione con le rispettive controparti degli altri partners che partecipano a questo programma (NASA, Agenzia Spaziale Russa, Canadese e Giapponese).

La lunghezza e la larghezza della Stazione Spaziale Internazionale sono sovrapponibili a quelle di un campo di calcio, la sua massa è di circa 420 tonnellate. Ci sono voluti circa 20 anni per i lanci e l’assemblaggio dei vari componenti che hanno poi costituito la stazione, a partire dal 1998. La NASA ha commissionato all’industria italiana la realizzazione di vari segmenti della Stazione Spaziale, tra cui la famosa “cupola”, che serve da osservatorio.

Il modulo rappresentativo dell’Agenzia Spaziale Europea è il “Columbus”, dove si svolgono ricerche scientifiche nell’ambito di varie discipline. Si studiano ad esempio gli effetti della lunga permanenza nello spazio sullo stato psico-fisico degli astronauti e nello stesso tempo si analizzano e si progettano le tecnologie necessarie per la esplorazione e la colonizzazione degli altri pianeti. Gli studiosi possono valutare molti dei fenomeni che avvengono sulla Terra e confrontarli con quanto avviene in assenza di gravità. La stazione costituisce inoltre un osservatorio privilegiato dei mutamenti climatici e dei disastri naturali sul nostro pianeta.

Francesca Castagna ha successivamente raccontato quali sono le mansioni dei controllori di volo, animati da un motto molto esplicativo: “Fallire non è un opzione”! Per renderci più chiaro il concetto, abbiamo assistito ad una scena del famoso film “Apollo 13”, resa poi famosa dall’espressione “Houston, abbiamo un problema!”.

Proseguendo, non sono mancate immagini e descrizioni della vita degli astronauti all’interno della Stazione Spaziale, dove vi trascorrono 6 mesi, rimanendo in costante contatto con le basi a Terra.

La presentazione, magistralmente offerta attraverso slide e filmati, ha reso particolarmente accattivante l’argomento e tante sono state le domande nella seconda parte della serata, da parte dei Soci presenti.

La Dr.ssa Castagna, presente con la figlia Alissa, ha poi ringraziato moltissimo per l’ospitalità e l’accoglienza ricevuta da parte del Club.

mm

Written by: Presidente

Lascia un commento