mm

INTEGRATORI ALIMENTARI FRA NATURA E CULTURA : la corretta informazione nell’era digitale

by Presidente on

Giovedì 5 settembre Conviviale

ore 20.00 NH Excelsior -Siena

Relatrice Dott.ssa Claudia Vignali

Direzione Medica   STARDEA srl

La conviviale di giovedi 5 settembre 2019 presso l’Hotel NH  Excelsior di Siena ha avuto come  relatrice, in tema di Integratori Alimentari,  la dott.ssa Claudia Vignali, accompagnata da due soci fondatori della STARDEA srl di Parma ; il senese Vieri Falchi e il Sig. Pietro Trascinelli, Past President del Rotary Parma Farnese.

La dott.ssa Vignali è responsabile della  Direzione Medica STARDEA, azienda specializzata nel settore dei Prodotti Nutraceutici, Medical Devices e Dermocosmetici. Ha conseguito la laurea triennale in Biologia, la Magistrale in Tecnologia Ambientale e il Dottorato di Ricerca in Scienze e Tecnologie dell’Alimentazione. Possiede molteplici competenze tecniche che spaziano da una grande conoscenza nella gestione dei farmaci, agli alimentidietetici per scopi medici, dalla conoscenza del processo di ricerca nell’industria farmaceutica al marketing farmacologico.

 

Nel corso della serata ha illustrato con dovizia di particolari e in modo esaustivo al pubblico presente l’uso degli integratori alimentari e la corretta informazione nell’era digitale del loro utilizzo. Secondo studi recenti infatti, 3 italiani su 4 fanno uso di integratori alimentari e di questi, 1 su 2 si documenta prima di acquistarli, nel 51% dei casi, sul web.

 

Il 34% degli italiani cerca informazioni mediche sui siti web senza consultare il proprio medico, un fenomeno che rischia di compromettere, oltre alrapporto medico-paziente, anche il proprio stato di salute, per via delle informazioni scorrette. Per capire se un sito internet sia attendibile oppure no si dovrebbero seguire le 5 regole che arrivano direttamente dalla Healt on the NetFoundation:

 

  1. -il sito deve riportare il nome del proprietario o sponsor

 

  • -il sito deve riportare la data dell’ultimo aggiornamento per assicurarsi che contenga informazionirecenti

 

  • -il sito web non deve sostituirsi ai consigli delmedico

 

  • -il sito web deve possedere un comitato editoriale o un comitato consultivo

 

  • -le informazioni devono essere accompagnate da referenze espliciteo links di fontiscientifiche

 

 

L’integratore alimentare ha acquisito negli anni un ruolo da protagonista in ambito di salute e benessere dell’individuo e rappresenta oggi la seconda categoria di prodotto in farmacia dopo il farmaco su prescrizione, soprattutto nella prevenzione delle malattie, la regolazione funzionale e come supporto a trattamenti farmacologici.

Nel corso della sua relazione, la Dott.ssa Vignali ha sottolineato che gli integratori alimentari sono definiti dalla normativa di settore (Direttiva 2002/46/CE, attuata con il decreto legislativo 21 maggio 2004, n. 169) come:

 

“prodotti alimentari destinati ad integrare la comune dieta e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive, quali le vitamine e i minerali, o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico, in particolare, ma non in via esclusiva, aminoacidi, acidi grassi essenziali, fibre ed estratti di origine vegetale, sia monocomposti che pluricomposti, in forme predosate”.

 

A differenza del Nutraceutico (termine che nasce dall’unione delle parole “nutriente” e farmaceutico”) che rappresenta una sostanza di estrazione  naturale con azioni farmacologiche dimostrate ( es. la monacolina K presente nel riso rosso fermentato  in grado di diminuire i livelli di colesterolo nel sangue), l’Integratore Alimentare è una sostanza nutriente  normalmente inclusa nella dieta ( es. fibre vegetali, vitamine, acidi grassi essenziali) la cui supplementazione  può avere ruolo di integrazione in caso  di carenze.

 

La Dott.ssa Vignali ha quindi ricordato come questi prodotti possono contribuire al benessere ottimizzando lo stato o favorendo la normalità delle funzioni dell’organismo, tuttavia la loro immissione in commercio è subordinata alla procedura di notifica dell’etichetta al Ministero della Salute.

 

Al termine della relazione, le numerose domande e considerazioni da parte dei presenti, dimostrando  interesse e apprezzamento, hanno testimoniato la sempre maggiore informazione richiesta dal cittadino che chiede suggerimenti per il mantenimento del suo stato di salute inteso oggi come uno stato di completo benessere fisico, mentale  e sociale e non come semplice assenza di malattia.

mm

Written by: Presidente

Lascia un commento