mm

Incontro con il nuovo Sindaco di Siena Luigi De Mossi

by Presidente on

Una città, un Sindaco e il futuro: ovvero Siena, l’avvocato Luigi De Mossi e quello che sarà il domani di tutti noi, dei nostri giovani in particolare.

Sono stati questi i “protagonisti” della conviviale di Giovedì 13 Settembre che il Club, per iniziativa del nostro Presidente Andrea Tiribocchi, ha promosso per un momento di riflessione e confronto su argomenti che sono il fondamento del nostro essere comunità. E di quanto la proposta sia stata accolta con favore dal Club lo dimostrano il grandissimo numero di presenze (circa novanta tra Soci e loro ospiti) e il serrato dibattito che è seguito alla relazione del nostro Primo Cittadino. Questi, accantonato per una serata l’argomento Palio straordinario che lo aveva visto impegnato sino a poche ore prima, ha voluto invece illustrare quelle che saranno le linee guida della sua Amministrazione da qui ai prossimi cinque anni: una sorta di “manifesto” del possibile e auspicabile Rinascimento di Siena che, al di là delle legittime diverse opinioni politiche, non può che trovarci tutti d’accordo, almeno nelle speranze comuni.

L’avvocato Luigi De Mossi ha intrattenuto l’attento pubblico con quel tratto che, chi ha con lui familiarità anche solo professionale, è pronto a riconoscergli: eloquio pacato, nessuna frase ad effetto ma la concretezza di colui che sa di essersi assunto un compito titanico, ovvero quello di riuscire ad offrire un futuro ad una città che negli ultimi anni ha sofferto e molto. E di svolta epocale ha parlato il Sindaco, riferendosi al recente cambio di guida dell’Amministrazione civica, senza tuttavia dare l’impressione di considerarlo un successo personale o almeno non solo. De Mossi ha insistito più volte su parole come “occasione” e “opportunità”, riferendosi a quel particolare momento che la città sta vivendo e che deve vedere protagonisti tutti noi senesi, nessuno escluso. Siena, è in sintesi il pensiero del Sindaco, si trova di fronte ad un bivio: lasciarsi vivere, consumando lentamente quel che resta di un benessere economico ormai declinante, oppure rimboccarsi le maniche (ha detto proprio così, con efficace immagine) per guardare avanti, costruire futuro e dare rinnovata speranza alle nuove generazioni. Ed è questa la strada che l’Amministrazione cittadina intende intraprendere puntando sui tradizionali punti di forza della città (la Banca, l’Università, i beni artistici e culturali, il turismo, l’agricoltura) ma con uno spirito nuovo, più “imprenditoriale”, che rimetta in gioco il patrimonio umano e professionale, enorme, che Siena può esprimere ma che, negli ultimi decenni, è andato via via assopendosi con una delega a terzi, sempre più ampia, su scelte e soluzioni da ricercare.

Riuscirà il Sindaco De Mossi, la sua Amministrazione a vincere questa scommessa solo in parte politica ma soprattutto civica? La risposta, come tutte le speranze custodite gelosamente, resta racchiusa nei nostri cuori.

All’intervento del Sindaco ha fatto seguito un ampio ed articolato dibattito con domande di numerosi Soci che hanno permesso all’oratore di approfondire, anche in termini operativi, ciò che la sua Amministrazione intende portare avanti su singoli argomenti ed in particolare il rilancio dell’Università, il turismo, i trasporti, la valorizzazione del nostro territorio sotto il profilo delle eccellenze agroalimentari.

Durante la serata, prima dell’intervento del Sindaco, il Presidente Tiribocchi ha dato la parola all’amico Paolo Cocchia, di ritorno da un viaggio alle Hawaii, nel corso del quale ha avuto occasione di visitare uno dei numerosi Club Rotary presenti nell’arcipelago, portando in dono il nostro guidoncino e i saluti del Club di Siena. Prendendo spunto, il Presidente ha ricordato che, proprio alle Hawaii, si svolgerà la Convention Internazionale del 2020!

L’atmosfera cosmopolita è poi proseguita con la presentazione del Rotariano svizzero in visita, Oscar Schwark, del Rotary Club di Meilen, sul lago di Zurigo, in vacanza a Siena per studiare l’italiano.

                                                                                                        Alessandro Fornaciari

                                                                                     

 

mm

Written by: Presidente

Lascia un commento