mm

INCONTRO CON IL NUOVO ARCIVESCOVO DI SIENA

by Presidente on

Giovedì 31 ottobre : Conviviale-ore 20.00

Siena,N.H. Excelsior

Relatore Mons. Augusto Paolo Lojudic

Nella serata di Giovedì 31 ottobre, presso NH Hotel Siena, alle ore 20.00 sì è svolta la Conviviale che ha avuto l’onore di avere come ospite graditissimo S. E. Reverendissima Monsignor Augusto Paolo Lojudice, arcivescovo metropolita di Siena-Colle Val d’Elsa- Montalcino. Nato  a Roma, cresciuto nel quartiere di Torre Maura, già da giovane matura la sua vocazione a contatto con le realtà giovanili ed ecclesiali del territorio. Dopo gli studi primari a Roma, si è preparato al sacerdozio (1983-1989) al Pontificio Seminario Romano Maggiore ed ha frequentato i corsi di Filosofia e Teologia (1983-1988) presso la Pontificia Università Gregoriana, dove ha conseguito anche la Licenza in Teologia, con specializzazione in Teologia Fondamentale (nel 2002).

Ordinato sacerdote nel 1989 dopo diverse esperienze come vicario Parrocchiale e parroco, il  6 marzo 2015 Papa Francesco lo nomina vescovo ausiliare di Roma e vescovo titolare di Alba Marittima ; il 23 maggio successivo riceve l’ordinazione episcopale, nella basilica di S. Giovanni in Laterano . È segretario della Commissione episcopale per le migrazioni della Conferenza Episcopale Italiana incarico che ancora oggi ricopre.

Il 6 maggio 2019 lo stesso papa Francesco lo nomina arcivescovo metropolita  di Siena-Colle di Val d’Elsa-Montalcino

Dal 2013 è tra i Membri Fondatori e attualmente Presidente dell’Associazione Dorean Dote Onlus, nel quartiere Tuscolano a Roma, che si occupa di sostegno ed accompagnamento a bambini e famiglie  che vivono in ambienti disagiati e degradati.

La serata è stata veramente coinvolgente, grazie all’importanza dei temi trattati e alla squisita cordialità dell’ospite. Un pubblico molto attento e partecipe ha rivolto molte domande all’ Arcivescovo che si è mostrato disponibilissimo con tutti. Dopo aver ringraziato il Rotary e la città di Siena per averlo accolto in maniera calorosa ed aver apprezzato la vivacità di una popolazione molto attiva e stimolante, piena di mille risorse ed iniziative Sua eccellenza Lojudice si è soffermato sull’ultimo evento ecclesiale cui ha partecipato: il Sinodo Amazzonico. C’è la consapevolezza della drammatica situazione di distruzione che colpisce l’Amazzonia. Ciò significa la scomparsa del territorio e dei suoi abitanti, in particolare delle popolazioni indigene.Ascoltare il clamore della terra e il grido dei poveri e del popolo dell’Amazzonia ci chiama a una vera conversione integrale, con una vita semplice e sobria. La Chiesa si impegna a essere alleata dei popoli amazzonici per denunciare gli attacchi alla vita delle comunità indigene, i progetti che incidono sull’ambiente, la mancanza di demarcazione dei loro territori, nonché il modello economico di sviluppo predatorio ed ecocida  nella consapevolezza che la difesa della terra non ha altro scopo che la difesa della vita. La Chiesa promuove la salvezza integrale della persona umana, valorizzando la cultura delle popolazioni indigene, parlando dei loro bisogni vitali, accompagnando i movimenti nelle loro lotte per i loro diritti. La realtà multietnica, multiculturale e multi-religiosa dell’Amazzonia richiede un atteggiamento di dialogo aperto, riconoscendo anche la molteplicità di interlocutori e il ruolo attivo dei laici,di tutte le persone di buona volontà che cercano la difesa della vita, l’integrità della creazione,la pace e il bene comune.


mm

Written by: Presidente

Lascia un commento