mm

“IL DIARIO DI PIETRA”-Alessandra Cotoloni e la storia di Fernando Nannetti

by Presidente on

Un caminetto particolare, quello di Giovedì 15 Novembre, quando il Club ha incontrato la Dr.ssa Alessandra Cotoloni, senese, architetto presso l’Amministrazione Comunale ma anche scrittrice e poetessa, che ha presentato il suo ultimo romanzo “Il Diario di Pietra”.

Una storia vera, quella di Fernando Nannetti, lo sfortunato protagonista del libro, che ci ha fatto ricordare i tristi anni in cui in Italia erano operativi i manicomi.

Gli eventi narrati sono stati descritti in modo molto coinvolgente dall’Autrice, accompagnati dalla proiezione di diapositive esplicative dei luoghi in cui si svolge la vicenda, nei padiglioni dell’ex-manicomio di Volterra.

La particolarità cui fa riferimento il titolo dell’opera è il muro di uno dei padiglioni del manicomio sul quale Nannetti incide, con l’ardiglione della fibbia del suo gilet, pensieri, storie, avvenimenti, perfino il suo immaginario albero genealogico fatto di Papi, imperatori, condottieri ed altri personaggi famosi che in comune con lui hanno solo l’aspetto fisico.

Il suo personale “Diario di Pietra” costituisce oggi uno straordinario esempio di una forma espressiva che viene definita “Art Brut”, arte grezza. La presentazione fatta al nostro Club ha quindi preceduto l’inaugurazione della mostra che sarà allestita al S. Maria della Scala, dal 14 Dicembre al 31 Gennaio 2019, nella quale potranno essere ammirati alcuni spezzoni del muro su cui Nannetti ha voluto tramandare la sua esistenza.

Il Diario di Pietra” ha ottenuto il premio della Giuria al Concorso Internazionale “Il volo dell’Arte- Le Grazie- Porto Venere” 2018 ed è risultato II° classificato al Festival Nazionale della prosa, poesia testi teatrali al Festival Rive Gauche 2018.

Della stessa Autrice:

Nel Dicembre 2015 ha pubblicato il suo primo romanzo “L’anima sgualcita” che affronta il tema della violenza sulle donne e con il quale partecipa a numerosi eventi insieme alle associazioni che operano su questa tematica.

Al suo secondo romanzo “Doppiopetto blu” che affronta tematiche di carattere sociale è stato assegnato il premio come III classificata nel Premio letterario per inediti 2017 “Pegasus Golden Selection”.

Nel medesimo anno, dalla Casa Editrice Betti di Siena ha avuto l’incarico di scrivere un romanzo ambientato negli anni ‘50 nella campagna di Montalcino, incentrato sulla storia di un mezzadro amante della propria terra e determinato nelle lotte mezzadrili dell’epoca, dal titolo “Femmina Terra”. E’ stato ritenuto meritevole di essere inserito alla Biblioteca Pietro Leopoldo di Firenze nella Sezione “Identità Toscana” e alla Biblioteca di Cracovia.

Da qualche anno l’Autrice si dedica anche alla poesia, partecipando a vari concorsi. Nel mese di giugno è uscita la sua prima raccolta di poesie dal titolo “Con le ali spiegate”, pubblicata dalla casa editrice “Progetto cultura“ di Roma.

Durante l’incontro, abbiamo salutato la Rotariana in visita Bona Boni, del Rotary Club Mantova, accompagnata dal Socio Duccio Panti, con la quale il Presidente ha effettuato il tradizionale scambio dei guidoncini.

 

 

mm

Written by: Presidente

Lascia un commento