mm

Fondazione Futura per il “Dopo di Noi”

by Presidente on

                             CAMINETTO CON FONDAZIONE FUTURA

Giovedì 10 Gennaio il Club ha incontrato la onlus Fondazione Futura per il “Dopo di Noi” nella persona del suo Presidente, il Prof. Andrea Bilotti, che ci ha aggiornato sullo stato di avanzamento del service che stiamo realizzando.

Fondazione Futura, nata dalla collaborazione tra il Comune di Siena e l’Associazione di volontariato INSIEME, riunisce e coordina tutte le principali associazioni di volontariato che operano nel campo delle disabilità sul territorio cittadino e della provincia.

Come ricorderete, all’inizio dell’attuale annata rotariana, durante una conferenza stampa svoltasi presso la Fondazione MPS nei primi giorni di luglio 2018, fu presentato il nostro service congiunto con l’altro Club Rotary cittadino Siena Est, costituito dal finanziamento di due borse di studio per giovani neolaureati nelle materie sociali/psicologiche/educative, che adesso stanno svolgendo un periodo di formazione a Torino, presso la Fondazione “Paideia” e successivamente affiancheranno gruppi di famiglie con persone disabili, nell’ambito del progetto per il “Durante e Dopo di Noi” a Siena, che fa riferimento alla legge nazionale 112 del 2016. Questi sono i punti focali sui quali si sta concretizzando il service del nostro Club: operiamo un’azione di formazione professionale a favore di due giovani e rispondiamo ai bisogni delle famiglie e delle persone diversamente abili al loro interno.

Il Prof. Bilotti ha quindi illustrato il percorso formativo, le finalità e i meccanismi di incontro e sostegno ai gruppi familiari, con i benefici che ne conseguono, dati dalla realizzazione di un progetto di vita adulta nel momento in cui i genitori non potranno più dare un sostegno ai soggetti disabili. Il nostro service si inserisce a pieno titolo in tale progetto in quanto, attraverso le nostre borse di studio, i due giovani saranno in grado di attivare e “capacitare” due gruppi di familiari nel territorio comunale di Siena per un percorso di auto-mutuo aiuto, informazione e sostegno. Il fatto di occuparsi della famiglia nel suo complesso costituisce infatti la migliore possibilità di accompagnare la persona disabile durante il suo percorso di fuoriuscita dal nucleo di origine, permettendogli di crescere in un contesto supportivo. Contemporaneamente, questa è la migliore possibilità per ridurre il rischio che gli altri componenti della famiglia, in particolare i genitori ed i fratelli o sorelle, possano sviluppare stress cronico o difficoltà emotive anche gravi.

Nel suo intervento, stimolato dalle domande dei Soci presenti, Bilotti ha anche illustrato le persistenti, attuali difficoltà nel censire le famiglie con persone disabili, in quanto permangono ancora problemi di accettazione della situazione di handicap, con situazioni di disagio e pudore da parte dei componenti del nucleo familiare che ne impediscono l’inserimento nei progetti di “capacitazione” poc’anzi descritti.

Il Presidente di Fondazione Futura ha concluso la riunione al Caminetto parlando del “Trust”, cioè quella forma di protezione legale che ben si inserisce nell’ambito del “Dopo di Noi”. Trust in inglese significa “Fiducia”: si tratta cioè di una soluzione che garantisce assistenza ai disabili. Il disponente, in genere il genitore o un parente, destina i propri beni ad un fondo appositamente istituito, assicurando così che il patrimonio verrà usato a beneficio della persona disabile. Con il Trust la tutela può anche estendersi al disponente stesso, come pure agli altri membri della famiglia. Tale strumento potrebbe consentire lo svolgimento dell’azione professionale di noi Rotariani, e mi riferisco a notai, avvocati, commercialisti, che potrebbero dedicare parte del loro tempo e della loro competenza al servizio degli altri, operando all’interno del “Dopo di Noi”.

 

mm

Written by: Presidente

Lascia un commento