mm

Dall’Istruttore – Rubrica di Maggio

by Presidente on

Gentili Socie e Soci,

lo scorso Aprile avevo fatto, come probabilmente qualcuno avrà notato, una interruzione del ripasso che mi ero proposta, per soffermarmi su certe considerazioni, e per questo la mia rubrica aveva anche cambiato sede ed era stata inviata per mail.

Con questo mio scritto ritorno a proporre di andare avanti con il ripasso sfogliando insieme a voi il Manuale di Procedura del RI, puntualizzandone alcuni passaggi.

Ci eravamo fermati alla Prova delle 4 domande ripromettendoci reciprocamente una breve riflessione a tale riguardo. Sono convinta che in questi due mesi vi avrete sicuramente dedicato un po’ del vostro tempo e quindi direi che si possa andare avanti.

Quali sono gli scopi del Rotary?

Diffondere il valore di servizio, motore e propulsore ideale di ogni attività, in particolare :

  1. Promuovere e sviluppare relazioni amichevoli fra i propri Soci per renderli meglio atti a servire nell’interesse generale

  2. Informare ai principi della più alta rettitudine l’attività professionale e imprenditoriale, riconoscendo la dignità di ogni occupazione utile e facendo sì che venga esercitata nella maniera più nobile, quale mezzo per servire la collettività

  3. Orientare l’attività privata, professionale e pubblica di ogni Socio del Club secondo l’ideale di servizio

  4. Propagare la comprensione reciproca, la cooperazione e la pace anche a livello internazionale mediante il diffondersi nel mondo di relazioni amichevoli fra persone esercitanti diverse attività economiche e professionali, unite nel proposito e nella volontà del servire

Le Cinque vie d’azione : rappresentano il fondamento teorico e pratico della vita del Rotary Club

  1. Azione interna: riguarda le attività che ogni Socio deve intraprendere per assicurare il buon funzionamento del Club

  2. Azione professionale: promuove l’osservanza di elevata principi morali nell’esercizio di ogni professione diffondendo il valore del servire. I Soci sono chiamati a prestare le loro competenze professionali, in conformità con i principi del Rotary, ai progetti sviluppati dai club in risposta ai bisogni della collettività

  3. Azione di interesse pubblico: iniziative intraprese dai Soci anche in collaborazione con altri per migliorare la qualità della vita nella località in cui si trova il Club

  4. Azione di interesse internazionale: per promuovere intesa, tolleranza e la pace tra i popoli favorendo l’incontro con persone di altri Paesi e altre culture tramite cooperazione e progetti a favore di altri Paesi.

  5. Azione per i giovani: riconosce l’impronta positiva lasciata nella vita dei giovani dalle attività di sviluppo della leadership, dalla partecipazione a progetti di sviluppo locali e internazionali e dagli scambi volti a promuovere la pace nel mondo e la comprensione tra le culture

Finalità del Club: perseguire lo scopo del Rotary, realizzare progetti servizio di successo in base alle cinque vie d’azione, rafforzare l’effettivo contribuendo così a promuovere il Rotary, sostenere la Fondazione Rotary e formare dirigenti capaci di servire oltre il livello di Club.

Regole di condotta nel lavoro con i giovani: Il RI attribuisce massima importanza alla sicurezza di chi partecipa alle sue attività. Quindi è dovere di tutti i Rotariani e famiglie prevenire e impedire qualsiasi forma di violenza fisica, sessuale o psicologica nei confronti di bambini o giovani con cui entrano in contatto.

Motti del Rotary International :” Servire al di sopra di ogni interesse personale” ( Service above Self) e “ Il migliore servizio è il migliore guadagno” (One profits most Who serves best)

Missione del Rotary International: servire gli altri, promuovere integrità, avanzare la comprensione, la buona volontà e la pace nel mondo attraverso una rete di professionisti, imprenditori e personalità di spicco della comunità

Motto della Fondazione Rotary: “fare bene nel mondo” (Doing good in the Word)

Missione della Fondazione Rotary: consentire ai rotariani di promuovere la buona volontà e la pace nel mondo migliorando le condizioni sanitarie, appoggiando l’istruzione e alleviando la povertà

Abbiamo così terminato la prima parte del Manuale di Procedura che riguarda i principi guida che ognuno di noi dovrebbe anzi DEVE avere sempre impressi nella sua mente di Rotariano.

Nella mia ultima rubrica di Giugno affronterò la seconda parte del Manuale che riguarda i documenti costituzionali.

Prima di salutarvi volevo condividere insieme a Voi la soddisfazione per la notizia comunicataci dal nostro Presidente, che al recente Congresso Internazionale UNESCO svoltosi a Zamosc, in Polonia, Siena è stata scelta, battendo forti rivali, per ospitare il prossimo Congresso Internazionale UNESCO del 2021!

Con questa bella notizia vi saluto cordialmente, dandovi appuntamento per l’ultima mia rubrica di Giugno,

Marilena

mm

Written by: Presidente

Lascia un commento