mm

DAL NOSTRO ISTRUTTORE

by Elisabetta Miraldi on

Saluti a tutti.
Mi trovo immeritatamente in questo ruolo a scrivere su questa rubrica.
Sottolineo immeritatamente giacche, vista la tradizione rotariana e la qualità della nostra compagine sociale, chi mi legge ha decisamente una migliore conoscenza del Rotary, dei suoi meccanismi interni e le sue finalità.
Non vi nascondo che la parola istruttore mi incuta terrore, e mi propongo quindi, in questa annata, di interpretare questo ruolo in maniera un po’ meno didascalica, conscio dei miei limiti.
Se si guarda la bibliografia anglosassone, la parola utilizzata per questo ruolo è club trainer, che si tradurrebbe letteralmente con allenatore del club.
Preferisco decisamente quindi utilizzare questa accezione, cercando di essere di stimolo alla nostra ‘squadra’, ma di certo non in concorrenza con le competenze rotariane dei ‘giocatori’. 
Mi propongo di riferire e divulgare le linee guida del RI e del distretto a quanti non abbiano il tempo per leggere le informative che ci arrivano o di partecipare ai congressi.
Mi piacerebbe creare dei momenti di confronto e di crescita a proposito di come il Rotary cresce e si modifica, sia attraverso questa breve rubrica, sia magari attraverso dei brevi spazi all’interno dei caminetti o delle conviviali.
Un’attenzione particolare vorrei dedicarla ai nUovi soci, condividendo quel briciolo di esperienza rotariana e quel poco di conoscenza per aiutarli a sorpassare lo scoglio e l’imbarazzo dei primi momenti di inserimento nel club, accompagnandoli tra le regole e le tradizioni della nostra associazione, e aiutandoli a dipanare eventuali dubbi.
Inutile aggiungere che tutti gli aiuti ed i commenti saranno ben accetti.
Per intanto vi saluto, con la promessa (o la minaccia) di rifarmi vivo presto.
 
Francesco
 
mm

Written by: Elisabetta Miraldi

Lascia un commento