Notiziari di Club

mm

UN CAMINETTO NOIR

by Presidente on

In una Siena di metà ‘800, tra i vicoli di Salicotto, tre omicidi accendono le paure del popolo. Le vittime presentano tutte uno strano segno sul collo e vengono ritrovate completamente dissanguate. Facile a questo punto parlare dell’omicida come di un “vampiro”.
Ed in questo buio contesto si svolgono le indagini del Commissario Marini e dell’aggregato Guglielmo Pardini voce narrante dell’intricata vicenda.
E’ questo lo scenario in cui si sviluppa il romanzo “Mentre Siena dorme” presentato giovedì 9 novembre dall’autore Arch. Andrea Siveri e dal Dott. Francesco Sani manager della casa editrice Porto Seguro.
I due relatori hanno incuriosito una platea di 46 soci e ospiti riferendo come da una vicenda realmente accaduta, tuttora ricordata nella tradizione orale delle contrade senesi, sia nato lo spunto per un “giallo” intrigante ed avvincente dal finale decisamente inaspettato.
Al termine della serata l’autore ha risposto alle molte domande della platea che non ha mancato di entrare in possesso del libro ottenendo sentite dediche personalizzate in ciascuna copia.

Nel trascorso fine settimana il nostro Club ha ricevuta la visita di una nutrita delegazione di amici del R.C. Cambridge nel segno di un consolidato gemellaggio tra i due Club e di una sincera amicizia tra i rispettivi soci.
Accolti venerdì sera con una cena di benvenuto in un locale posto nella sempre magica Piazza del Campo, i nostri amici hanno trascorso la giornata di sabato visitando Il Duomo, il Palazzo Pubblico, il Museo della contrada della Torre, la locale Sinagoga rimanendo affascinati dalla nostra città, dai suoi vicoli e dalle mille attrazioni che ogni angolo della città riserva al visitatore. Cicerone l’insostituibile Filippo Fiorentini che con uso sapiente della lingua inglese e grande simpatia ha permesso agli amici inglesi di godere delle principali bellezze di Siena.
Nella serata di sabato si è tenuta una riunione conviviale presso il Ristorante Millevini con una nutrita partecipazione di soci. Nel corso della riunione il Presidente Inturrisi ha porto i saluti del Club agli amici inglesi e questi, per voce del Presidente Julian Landy, hanno salutato gli amici presenti e ringraziato per la calorosa accoglienza che è stata loro riservata.
Nell’occasione hanno ricevuto il distintivo del Rotary i nuovi soci Dott.ssa Sabina D’Angelo presentata da Elisabetta Miraldi e il Dott. Hans Rachad presentato da Andrea Arcamone.
Domenica 22 ottobre gli amici di Cambridge, prima di iniziare il viaggio di ritorno, hanno potuto visitare la cantina “Rocca delle Macie” dell’amico Sergio Zingarelli ed apprezzare i vini della sua produzione unitamente ad alcune specialità culinarie della cucina toscana.
Un sincero ringraziamento ai molti soci che hanno contribuito all’ottima riuscita dell’evento ma tra tutti deve essere ricordato l’amico Filippo Fiorentini, sempre accompagnato dalla gentile Rachele, che ha dedicato ogni minuto del week end al servizio degli amici di Cambridge.

 

mm

Motogiro “Crete Senesi 2017”

by Presidente on

Milano, La Spezia, Bormio, Merate Brianza, Viterbo …. sono solo alcuni dei Rotary Club di appartenenza degli amici che nelle giornate del 15, 16 e 17 settembre 2017 hanno partecipato al “Tour delle Crete Senesi” organizzato dal nostro Club e dall’Associazione Motociclisti Rotariani d’Italia.
Sotto la regia degli impagabili Piero Ricci e Cesare Biagini quasi 30 amici rotariani e molti nostri soci hanno inforcato le proprie moto e percorso oltre 300 km nella nostra provincia toccando Montalcino, Castel del Piano, Radicofani, Pienza e poi ancora Brolio, Radda in Chianti, Colle Val d’Elsa e Monteriggioni.
La sera, stanchi ma felici, tutti hanno preso parte a due cene informali particolarmente partecipate anche dai soci del nostro Club.
Grande il clima di amicizia ed il senso di appartenenza che si è respirato durante tutto l’evento e che testimonia come il Rotary sia davvero una grande famiglia.
Preziosissimo il contributo organizzativo di Massimo Verdi, Mauro Visone, Cesare Pepi e Anna Lisa Albano.
Con l’augurio di ritrovarci ancora più numerosi il prossimo anno …… tanti lampeggi.

mm

Un caminetto cultural-tecnologico

by Presidente on

53 soci e ospiti hanno fatto da cornice alla riunione al caminetto del 14 settembre durante la quale l’amico Luca Burroni, abbandonate temporaneamente le vesti del medico ed assunte quello dello storico, ci ha raccontato la storia di Davide Lazzaretti detto il Cristo dell’Amiata.
Con una narrazione fresca, scoppiettante e mai banale Luca ha ricordato il controverso personaggio nato ad Arcidosso e vissuto nel XIX secolo ripercorrendone la vita iniziata come barrocciaio, poi eremita e predicatore, visionario e edificatore di tre istituti religiosi sulle pendici del Monte Labro, morto assassinato nel 1878.
La relazione di Luca Burroni ha avuto una sponda tecnologica data dalla presenza dell’amico rotariano Geom. Marco Bisdomini del Rotary eclub de France International del D1690 Aquitania (Bordeaux), titolare della società Hera di Grosseto, la quale ha realizzato una visita in realtà virtuale dell’eremo sul Monte Labro che tutti i presenti hanno potuto apprezzare attraverso due postazioni di visione con “oculus” vivendo una esperienza di totale immersione nella tecnologia 3D.
Ospite della serata anche l’amico rotariano Friedrich Rumplmayr del R.C. di Linz a cui il Presidente ha consegnato il guidoncino del Club.

mm

LA VISITA DEL GOVERNATORE – 7 SETTEMBRE 2017

by Presidente on

Giovedì 7 settembre, presso l’NH Hotel, 80 soci ed ospiti hanno salutato il Governatore del Distretto 2071, Prof. Giampaolo Ladu accompagnato dalla Sig.ra Silvia.
La visita del Governatore è l’avvenimento più importante nella vita del Club poiché è il momento in cui la massima Autorità rotariana del Distretto si sincera dello stato e delle attività del Club fornendo altresì preziosi consigli e direttive oltre che ad illustrare le linee guida del Presidente Internazionale.
Secondo protocollo l’evento è iniziato nel pomeriggio con alcune consultazioni riservate prima ai soli Presidente e Segretario, quindi estese al Consiglio Direttivo, ai Presidenti di Commissione che hanno presentato le relazioni delle attività ed infine terminate con l’incontro con i soci di recente ammissione e con il Presidente del Club Rotaract Siena.
Dopo un aperitivo particolarmente partecipato si è tenuta la rituale riunione conviviale nel corso della quale il Governatore ha ricordato le linee d’azione dell’annata corrente, le direttive del R.I. e salutato tutti i soci e gli ospiti presenti.
La serata si è conclusa con gli omaggi floreali alle signore e con uno scambio di doni tra il Presidente ed il Governatore in un clima di grande amicizia.

mm

MOTOGIRO DELLE CRETE SENESI 15/17 SETTEMBRE 2017

by Presidente on

Cari Amici,
è con piacere che vi annuncio che quest’anno viene rinnovato l’appuntamento del “Motogiro delle Crete Senesi” che per alcuni anni non si era tenuto. L’evento, magistralmente organizzato da Piero Ricci e da Cesare Biagini, vede nuovamente presenti numerosi amici dell’Associazione Motociclisti Rotariani d’Italia (A.M.R.I.) e si svolgerà a Siena con il seguente programma:
 
Venerdì 15 settembre:            arrivo degli Amici Rotariani c/o l’Hotel dei Priori.
                                                               ore 20:30 – Cena c/o Ristorante da Michele a base di pesce
 
Sabato 16 settembre:              ore 9:30 ritrovo c/o Hotel dei Priori
                                                               ore 9:45 partenza del motogiro con il seguente itinerario: Ville di Corsano, Murlo (breve sosta di 10/15 min.) poi Buonconvento, Montalcino, Castelnuovo dell’Abate (sosta e visita all’Abbazia di Sant’Antimo e caffè 30 min.), Castel del Piano, Abbadia San Salvatore, Radicofani
                                                               ore 13:00 pranzo alla Rocca di Radicofani
                                                               ore 15:00 partenza con il seguente itinerario: Pienza (30 min. per visita e caffè), Petroio, Montisi, San Giovanni d’Asso, Asciano, Siena.
                                                               Ore 20:30 Cena c/o Ristorante Fonte Gaia a base di carne
 
Domenica 17 settembre:       ore 9:30 ritrovo c/o Hotel dei Priori
                                                               ore 9:45 partenza del motogiro con il seguente itinerario: Siena, Pontignano, Pianella, San Felice, Gaiole in Chianti (passando per il Castello di Brolio), Badia a Coltibuono, Volpaia (sosta caffé), Radda in Chianti, Castellina in Chianti e Monteriggioni, Strove, Mensanello, Casole d’Elsa, Colle Val D’Elsa.
                                                               ore 13:00 saluti e rientro
 
La cena di venerdì 15 settembre, il pranzo e la cena di sabato 16 settembre avranno un costo di € 30,00 ciascuno.
Prenotazioni, anche per una sola giornata, direttamente a Piero Ricci, Cesare Biagini od al Segretario del Club.
 
Una splendida occasione per conoscere o ritrovare tanti amici rotariani e trascorrere alcuni momenti di amicizia e spensieratezza. Vi aspettiamo numerosi.
 
Indirizzi utili:
–              Ristorante da Michele Siena, S.da Massetana 64 (www.ristorantedamichele.it);
–              Ristorante Fortezza di Radicofani, loc. Radicofani (www.fortezzadiradicofani.it)
–              Ristorante Fonte Gaia, Siena Piazza del Campo (http://ristorantefontegaia.com.it)

mm

VISITA ALLA COLLEZIONE SALINI

by Presidente on

Giovedì 24 agosto oltre 50 tra soci e ospiti hanno potuto ammirare la Collezione Salini allestita presso i Magazzini del Sale nel Palazzo Pubblico di Siena.
La collezione, raccolta in oltre trenta anni, comprende opere di pittura, scultura, oreficeria, maiolica risalenti al periodo 1200/1400 in gran parte di fattura di artisti senesi tra cui Duccio di Buoninsegna, Simone Martini, Pietro e Ambrogio Lorenzetti, Jacopo della Quercia e Sassetta.
La visita alla collezione, illustrata ai soci da un esperto d’arte, è stata particolarmente suggestiva ammaliando i presenti che hanno potuto percorrere tre secoli di storia dell’arte senese in un percorso che ha portato dall’arte bizantina alla pittura di Duccio di Buoninsegna fino alla scultura di Giovanni Pisano.
La serata si è conclusa con un apericena presso il Ristorante Fonte Gaia dove si è potuto apprezzare, una volta di più, la cortesia e l’ospitalità del proprietario Hans Rasha. Durante l’evento la Sig.na Maria Leoni Wollmann di Monaco di Baviera, a cui il Club ha offerto una borsa di studio presso l’Università per Stranieri di Siena, ha ringraziato il Club per l’opportunità che le è stata offerta ricevendo i saluti e gli auguri del Presidente e del Delegato alle Borse di Studio Massimo Innocenti.

mm

PROGRAMMA DEL MESE DI AGOSTO 2017

by Presidente on

Gentili Amiche e cari Amici, Vi riporto gli appuntamenti del prossimo mese di agosto.

Nella speranza di vederVi numerosi Vi saluto cordialmente

Il Segretario

Anna Lisa Albano

 

Giovedì 3 – attività sospesa

Giovedì 10 – attività sospesa

Giovedì 17 – attività sospesa

 

Giovedì 24 ore 17:00 – Visita guidata alla Mostra “Siena dal ‘200 al ‘400 – La collezione Salini”
c/o Siena – Palazzo Pubblico – Magazzini del Sale

I Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico a Siena ospitano la Collezione Salini, una raccolta di opere d’arte senese davvero eccezionale. Circa 150 pezzi tra dipinti, sculture, oreficeria, maioliche e mobili esposti in tale ambiente dove viene ricreato lo stile e l’atmosfera del castello di Gallico.
La visita guidata prevede un massimo di 30 persone e sarà possibile organizzare un secondo turno alle ore 18:15 circa nel caso in cui ciò si rendesse necessario.
A seguire apericena c/o Ristorante Fonte Gaia

 

Giovedì 31 ore 19:00 – riunione al Caminetto c/o NH Hotel

Argomenti rotariani – Programma per la visita del Governatore Giampaolo Ladu del 7 settembre 2017

mm

Passaggio del Collare 22 giugno 2017

by Presidente on

Giovedì 22 giugno nella suggestiva cornice dell’Hotel “Piccolo Castello” di Monteriggioni si è tenuta la conviviale caratterizzata dal passaggio del collare dal presidente uscente Massimo Innocenti al suo successore Stefano Inturrisi.
La serata, preceduta da un partecipato aperitivo a bordo piscina, ha poi visto l’esibizione al pianoforte della Sig.na Gloria Pinzuti vincitrice della Borsa di Studio Guido d’Arezzo per giovani musicisti offerta del nostro Club, che ha eseguito musiche di Schubert.
Durante la conviviale il Presidente Innocenti ha ricordato i momenti caratterizzanti la sua annata, i services realizzati, le iniziative assunte ringraziando tutti coloro che hanno collaborato per la buona riuscita delle suddette iniziative. A testimonianza di tale collaborazione sono state donate alcune litografie in tiratura numerata realizzate dal Maestro Grazi.
Infine i soci Anna Lisa Albano e Federigo Sani sono stati insigniti del Paul Harrys Fellow.
A conclusione della serata c’è stato il passaggio delle consegne al Presidente incoming Stefano Inturrisi che, ricevuto il collare, ha ringraziato i presenti e pronunciato un breve discorso in cui ha illustrato i programmi dell’annata 2017/18.
All’amico Innocenti i sentiti ringraziamenti del club per l’impegno profuso e all’amico Inturrisi i migliori auguri di un buon lavoro.

Nella gallery il servizio fotografico completo

§ § §

Si riportano gli interventi del Presidente Uscente e del Presidente Incoming

Innocenti:

Carissime Amiche ed Amici rotariani,
non farò un bilancio o un remember di tutta l’attività che abbiamo svolto in questa annata, ognuno di voi saprà giudicare con animo sincero e sereno.
Questa annata, per me, come del resto credo per tutti coloro che mi hanno preceduto in questo prestigioso incarico, è stata molto intensa e faticosa; ho cercato di offrire al mio club iniziative variegate che coinvolgessero il più possibile gli interessi di tutti– offrendo incontri in location diverse ed originali, abbiamo guardato le stelle ed il fondali marini, siamo stati coinvolti in eventi sociali e ci siamo immersi nel restauro, abbiam aiutato le popolazioni colpite dal terremoto e rallegrato le nostre persone meno fortunate con una toccante conviviale prenatilizia al Campansi, abbiamo dato il meglio con i nostri amici stranieri e siamo stati serenemente in gita o a Teatro: ABBIAMO FATTO ROTARY.
Con il aiuto siamo stati bravi a far riuscire tutto molto bene, LO SO! Potevo far di più, meglio e diversamente, ma quello che avete vissuto è quello che sono riuscito a fare.
Spesse volte polemico, irritante ed irritabile, qualcuno mi ha definito un po’ orso… e di tutto ciò vi chiedo scusa.
Ho tenuto la barra sempre dritta e ben salda anche in momenti di forte difficoltà dove sorge l’impressione di essere abbandonato un uomo solo al comando con il suo fedele braccio destro (il segretario), ma alla fine l’abbiamo sempre rottoppata superando le momentanee difficoltà:
Ho fatto mio il principio rotariano che ciò che avessi pensato o avessi fatto dovesse essere giusto per tutti e rispondesse al bene del Club nel più totale disinteresse di vantaggi personali.
E forte di questo principio mi sono operato affinché il Rc Siena accrescesse ancora di più il suo ruolo nell’ambito cittadino, avesse la sua giusta visibilità per trasmettere i nostri principi e le nostre grandissime potenzialità, ed in funzione delle attività svolte: ciò è avvenuto! Ed ora le maggiori istituzione sanno qual è la nostra forza e cosa possiamo fare per la società.
I nostri incontri non si chiamano cene ma conviviale. Ci incontriamo, ci parliamo ed accendiamo la luce per un progetto e ciò è avvenuto in questo anno.
Molti sono i service che abbiamo fatto, cari amici di Siena:
– Abbiamo creato un’applicazione per mac ed android da scaricarsi che insegna ai ragazzi adolescenti a redigere un curriculum come si deve da presentarsi ad un colloquio di lavoro al mondo del lavoro, CVJOB)
– Abbiamo aiutato l’AIL attraverso il ricordo natalizio e gli omaggi donati al pranzo di solidarietà
– Abbiamo compartecipato al service con il RC di Orbetello
– Abbiamo aiutato l’associazione Sesto Senso di Siena
– Abbiamo versato il nostro contributo al Codice Rosa
– Abbiamo restaurato una tela seicentesca dei Vanni donandola alla nostra Città
– Abbiamo offerto borse di studio a studenti stranieri, a giovani musiciste e allievi della Chigiana
– Siamo stati presenti ed attenti come sempre ai nostri giovani; con il Ryla ed il nostro Rotaract
– Abbiamo acquistato i prodotti alimentari delle terre marchigiane e devoluto un contributo in denaro al Distretto finalizzato alla realizzazione di una scuola
– Abbiamo partecipato al progetto Rondine della Moglie del Governatore
ABBIAMO FATTO ROTARY
Ecco qual è lo scopo ed il risultato delle Conviviale e dello star bene insieme.
E permettetemelo di dire, sono stato veramente molto bene con tutti voi.

Arrivato alla fine del mio servizio per il Rotary, non provo nessuna tristezza o nostalgia, mi sento invece appagato, felice e orgoglioso di aver presieduto un grande sodalizio; perché è nelle regole del gioco consegnare il comando ad amico: e Stefano sono certo saprà condurre questo grande Club in modo esemplare nel solco delle sue tradizioni.
Ringrazio nuovamente tutti, a chi ho chiesto e mi ha dato e a chi non chiesto, ma mi dato lo stesso con un consiglio uno sguardo o con la semplice presenza.
Ringrazio tutte le nostre Signore che tengono vivo il ricordo di chi non c’è più, ma nel Rotary Siena nessuno ci lascia, muore solo chi si dimentica e da noi nessuno viene dimenticato.
Ringrazio Veronica che mi ha permesso di fare tutto ciò, compensando le mie numerose assenze.
Grazie e che il sole del Rotary non tramonti mai.
Buon Rotary a tutti.

Inturrisi:

Rinnovo i saluti alle Autorità rotariane, agli amici rotariani e rotaractiani, alle gentili signore ed ai sigg.ri ospiti
Stasera mi perdonerete un filo di emozione. Infatti a dispetto del mio carattere incline alla disinvoltura, nonostante la dimestichezza a parlare in pubblico dovuta alla professione che esercito e nonostante abbia come auditorio un pubblico di amici con cui da anni condivido esperienze di vita ed esperienze rotariane ammetto di essere emozionato. E devo dare ragione a coloro che avendomi preceduto in questo ruolo mi hanno sempre detto che la cerimonia di insediamento è un momento di grande intensità emotiva. E’ vero, lo è.
Anche per questo cercherò di essere breve e di non tediarvi oltre misura.
Preliminarmente i doverosi, ma non per questo meno sentiti, ringraziamenti a Massimo per l’impegno profuso, a tutto il suo consiglio ed a coloro che hanno collaborato con lui per l’eccellente riuscita dell’annata che si sta concludendo.
Molti di voi mi hanno domandato che impronta intendo dare all’annata che ci accingiamo a iniziare.
Non ho la presunzione di fare un’annata memorabile e sicuramente questa non sarà migliore di quelle precedenti. Tuttavia tra i molti obbiettivi che devono essere raggiunti me ne sono posti tre che reputo prioritari.
Il primo è quello dell’azione sociale.
Il nostro club ha al suo interno importanti professionalità che devono essere utilizzate per contribuire attivamente nel contesto sociale in cui operiamo e l’obbiettivo è elevare un’azione basata sulla semplice raccolta di fondi ad un contributo collettivo dove ogni socio sia in grado di mettere a disposizione della comunità le proprie capacità dando così concreta attuazione al concetto del “servire al sopra dei propri interessi” che ci è tanto caro.
Mi rendo conto che questo sarà più facile per alcune categorie professionali e penso, ad esempio, ai medici con l’organizzazione di giornate di prevenzione mentre sarà più difficile per altre categorie come ad esempio quella dell’avvocato o del geologo anche se sono convinto che riusciremo ad individuare dei meccanismi che consentano a ciascuno di noi di attuare anche individualmente questo obiettivo di servizio.
Il secondo obbiettivo sarà quello di cementare ulteriormente i rapporti tra i soci e le rispettive famiglie.
Ciò avverrà sia con le consuete attività conviviali sia con la partecipazione ad eventi culturali od anche semplicemente ad eventi ludici sia con uno sforzo diretto a migliorare le nostre reciproche conoscenze attraverso sempre maggiori occasioni di incontro e di scambio di esperienze.
Mi piacerebbe che l’annata fosse permeata da un’aura di leggerezza che, riprendendo Italo Calvino, non deve essere intesa come superficialità ma come approcciarsi agli eventi con animo sereno dando il giusto peso ad ogni aspetto della nostra giornata ed ai rapporti con gli altri quasi che la leggerezza sia l’unico antidoto contro il “peso” delle nostre vite.
Il terzo obbiettivo sarà quello dell’incremento dell’effettivo.
Nelle mie intenzioni ciò non potrà essere una indiscriminata ammissione di nuovi soci semplicemente perché necessari ad esigenze di bilancio o a soddisfare singole amicizie ma dovrà avere riguardo alle professionalità del singolo aspirante ed alla sua condivisione degli ideali, dei progetti e delle linee d’azione del Rotary.
Un socio, infatti, sarà un Socio con la esse maiuscola solo laddove consideri l’ammissione al Club non un traguardo ma, viceversa, un momento di inizio. L’inizio di un percorso finalizzato a dare un contributo sia singolo che collettivo capace di incidere positivamente nel contesto sociale in cui tutti operiamo.
A questo punto ancora poche parole per illustrare il programma dell’annata.
Il mese di luglio vedrà la prima conviviale all’Accademia Chigiana nello splendido scenario (Giove pluvio permettendo) già utilizzato da Massimo lo scorso anno. Quindi una simpatica conviviale senza campana in Piazza del Campo.
Agosto è tradizionalmente un mese di scarsa attività rotariana ma già da settembre avremo sia la visita del Governatore Ladu il 7 (e ricordo ai presidenti di commissione la necessità di predisporre le consuete relazioni che giocoforza avranno contenuto più programmatico che consuntivo) sia la presentazione del service di cui, lo anticipo, vado particolarmente orgoglioso.
Ottobre vedrà la visita degli amici di Cambridge nei giorni del 20-21 e 22 e saranno accolti con un programma di iniziative curato da Filippo Fiorentini e Duccio Panti che colgo l’occasione per ringraziare nuovamente per quanto hanno fatto e per quanto faranno.
Novembre e Dicembre vedranno una conviviale interclub con il RC Siena Est in occasione del SIPA Contest anche in questo caso copiando spudoratamente la conviviale di Massimo dello scorso anno che ebbe così grande successo, alcune conviviali con interessantissimi relatori e naturalmente l’assemblea per l’elezione del Presidente che succederà a Andrea Tiribocchi (e per l’elezione del suo consiglio). Infine la tradizionale cena degli auguri all’Hotel Garden il 21 dicembre.
Tutto questo sarà intervallato dai consueti caminetti nel corso dei quali, senza trascurare o escludere interventi di relatori e dare invito ai familiari ed agli amici di ciascuno di noi, sarà dato ancora maggiore spazio alle riunioni riservate ai soli soci poiché è mia convinzione che il caminetto rappresenti il momento più intimo della vita del club e, di fatto, il principale strumento con cui il singolo possa manifestare le proprie opinioni, le proprie proposte e critiche costruttive. Il caminetto inteso come momento di crescita rotariana del singolo e del club.
Il 2° semestre è ancora per buona parte work in progress e pertanto non fornisco anticipazioni anche se, ovviamente, si svolgerà sulla falsariga della prima metà dell’annata.
Concludo con un ultimo pensiero. Negli ormai 17 anni di appartenenza a questo Club ho conosciuto molte persone e molte, purtroppo, sono quelle che ci hanno salutato. Li ricordo tutti, indistintamente, con simpatia ed affetto ma non credo di fare torto ad alcuno se stasera ne ricordo uno in particolare e cioè Michele Brienza. Mi piace ricordarlo perché è grazie a lui che ho conosciuto il Rotary, che sono entrato in questo club e che ho iniziato a condividere i valori rotariani a noi tutti così preziosi.
Sono convinto che Michele, dovunque adesso sia, stia sorridendo nel vedermi a questo tavolo.
Detto questo, avendovi tediato a sufficienza concludo con la speranza di non far rimpiangere i molti che mi hanno preceduto, fiducioso che con l’aiuto di tutti io e il mio Consiglio potremo ben operare.
Grazie.