extra Club

mm

Festa del vino, festa dell’amicizia rotariana

by Presidente on

Ad accoglierci in piazza Grande a Montepulciano tanti amici rotariani e l'assistente del Governatore Alamanno Contucci. Insieme abbiamo ascoltato le dotte parole del professor Furio Durando che ha illustrato le bellezze artistiche del Duomo

Un folto gruppo di soci del nostro club e loro familiari (una trentina di persone) ha partecipato sabato 18 ottobre alla Festa del Vino di Montepulciano  organizzata, come ormai è tradizione da molti anni, dagli amici del RC Chianciano-Chiusi-Montepulciano. Ad accoglierci in piazza Grande a Montepulciano tanti amici rotariani (erano presenti delegazioni dei Club di Viareggio, Marina di Massa Riviera Apuana del Centenario, Lodi , Velletri e di un club francese), il presidente Carlo Vallesi  e l’assistente del Governatore Alamanno Contucci. Insieme abbiamo ascoltato le dotte parole del professor Furio Durando che ha illustrato le bellezze artistiche del Duomo.  Successivamente i rotariani sono stati accolti, nella sala consiliare del Palazzo Comunale, dal sindaco Andrea Rossi, che ha rivolto ai presenti parole di benvenuto.

 

Visita alle cantine Redi, scavate nella roccia ben al di sotto del piano stradale. Alla visita è seguita una degustazione del 'rosso' e del Nobile prodotto dalla Casa vitivinicola

Il pomeriggio è poi proseguito con una visita alle storiche  cantine Redi, scavate nella roccia ben al di sotto del piano stradale. Alla visita è seguita una degustazione del ‘rosso’ e del Nobile prodotto dalla Casa vitivinicola

 

 

 

 

 

 

 

 

L'amico Alamanno e la cara Donatella hanno poi aperto, agli amici rotariani, i saloni dello splendido palazzo di famiglia che, oltre all'abitazione privata del nostro Assistente, ospita, nei piani inferiori, la cantina (visitata in precedenza) dove viene prodotto e imbottigliato il celeberrimo Nobile.  La visita a palazzo Contucci si è conclusa con una degustazione del pregiato vino.

L’amico Alamanno e la cara Donatella hanno poi aperto, agli amici rotariani, i saloni dello splendido palazzo di famiglia che, oltre all’abitazione privata del nostro Assistente, ospita, nei piani inferiori, la cantina (visitata in precedenza) dove viene prodotto e imbottigliato il celeberrimo Nobile , vero fiore all’occhiello dell’Azienda Contucci.
La visita a palazzo Contucci si è conclusa con una degustazione, assai apprezzata da tutti noi,  del pregiato vino.

 

 

E per concludere la bella giornata, splendidamente organizzata dagli amici del Rc Chianciano-Chiusi Montepulciano presieduto da Carlo Vallesi,  tutti a cena nella cripta della Chiesa del Gesù. Questa è la tavolata dei nostri soci e  loro familiari

E per concludere la bella giornata tutti a cena nella cripta della Chiesa del Gesù. Ben 170 le persone che si sono accomodate sotto le maestose volte della cripta gustando pietanze tipiche della cucina toscana generosamente ‘annaffiate’ da Nobile e Rosso di Montepulciano.Questa è la tavolata dei nostri soci e loro familiari. Nel corso della serata il Presidente Sandro Fornaciari ha porto il saluto del Club di Siena insieme al ringraziamento per lo splendido pomeriggio trascorso a Montepulciano in un clima di sincera amicizia rotariana.

 

 

Da sinistra in senso orario: Carla Vallesi, Eva Frizzi, Marta Terrosi Vagnoli, Letizia De Felice , Silvana Tomei e Lucia Fornaciari

Da sinistra in senso orario: Carla Vallesi, Eva Frizzi, Marta Terrosi Vagnoli, Letizia De Felice , Silvana Tomei e Lucia Fornaciari

mm

Mario Cipollini: un Campione ed un Uomo vero

by Presidente on

cipollini1 (1)

Da campione del mondo ad imprenditore di successo: Mario Cipollini non finisce di stupire.
Giovedì sera il Campione del Mondo 2002 di ciclismo su strada e detentore ancora oggi imbattuto di numerosi record (suo quello del maggior numero di vittorie di tappa in un Giro d’Italia) è stato ospite del Rotary Club Siena.
Presentato dal Presidente Sandro Fornaciari e dall’avvocato Duccio Panti (foto), membro della Corte Federale della FCI, Mario Cipollini ha incantato gli  ottanta presenti tra soci (numerosi anche i coniugi) ed ospiti del Club, con il racconto non soltanto delle sue imprese sportive ma anche con aneddoti risalenti alla sua gioventù, alle difficoltà affrontate da giovanissimo per intraprendere quella carriera che lo porterà sulla vetta del Mondo, rivelando aspetti inediti della personalità di Re Leone come quando ha ricordato, con un velo di tristezza nella voce, la figura del fratello, anch’egli ciclista,  (‘era meglio di me sui pedali ma non ha avuto l’occasione giusta) e quella del suo babbo il quale, già afflitto da una grave malattia, potè solo in parte condividire i trionfi del figlio.
Non è mancato neppure un ricordo commosso dell’amico di sempre Marco Pantani e la testimonianza del suo impegno nei confronti delle nuove generazioni di ciclisti. Cipollini ha poi parlato della sua attuale esperienza di imprenditore nel settore delle biciclette da corsa:<Un prodotto innovativo, di altissimo livello tecnologico e sopratutto l’unico prodotto completamente in Italia>.

Alla serata erano presenti il rag. Claudio Certosini, segretario generale del Coni di Siena, il sigor Paolo Maraffon, delegato provinciale della Federazione Ciclistica Italiana,  il dottor Giancarlo Brocci ideatore dell’Eroica, Claudio Marinangeli Presidente della Fondazione Eroica, il dottor Fabrizio Barsotti, presidente del pedale senese, il rag. Nicola Zichichi istruttore di mountain bike e il dottot Manuele Giuggioli presidente dell’associazione  Bici Terre di Siena.