Carissime amiche e carissimi amici, gentili ospiti, 

una saluto al Past Governor Pietro Terrosi Vagnoli

all’assistente del Governatore Stefano Inturrisi

Ai rappresentai delle Istituzioni

ed ai presidenti e rappresentanti degli altri club

sono veramente emozionato ed orgoglioso di assumere la guida di questo prestigioso club che tanto ha fatto,  dalla sua fondazione,  per la nostra città,  per la nostra Italia e per il mondo, perché il Rotary non ha confini.

In questi giorni ho riletto i nomi dei Presidenti che mi hanno preceduto, tutte persone che hanno avuto un ruolo importante e fondamentale nella nostra società: spero di essere all’altezza del compito assegnatomi. 

E pensando ai Presidenti che mi hanno preceduto, il pensiero va anche a tutti gli Amici (con la A maiuscola) che ci hanno lasciato, qualcun purtroppo prematuramente, ma che sono certo ci stanno guardando ed ai quali rivolgo il mio commosso ricordo e ringraziamento per tutto ciò che ci hanno trasmesso ed insegnato per essere dei Rotariani all’altezza di questo prestigioso Club.

Stimolato, quindi, dal sostegno di chi mi ha preceduto e da tutti voi soci,  mi accingo a intraprendere questa annata che, forse immeritatamente, ma con estremo ORGOGLIO avrò l’onore di rappresentare : il Rotary Club Siena, un club storico, importante, che ha dato 4 Governatori al nostro distretto, si è distinto e si distingue nella città è conosciuto ammirato e osservato

Spero di essere all’altezza del compito che mi avete chiamato a svolgere.

Ma per fare una buona annata il Presidente non può e non deve essere lasciato solo, io rappresento una squadra e si vince tutti insieme: 

Perciò, vi presento la squadra  che mi affiancherà in questa avventura  :

Mauro PICCHI         PRESIDENTE USCENTE

Massimo PAGANO     VICE PRESIDENTE

Cesare BIAGINI         PRESIDENTE ELETTO

Domenico BENEVENTO     SEGRETARIO

Sabina D’ANGELO     PREFETTO

Roberto MARCHETTI          TESORIERE

Ed i Consiglieri  Elena BINDI, Paolo COCCHIA, Niccolò FIORINI, Alessandro FORNACIARI, Raffaele LO BUONO, Donata MEDAGLINI, Filiberto SEVERI 

e collaborerà con me, quale Consigliere aggiunto responsabile dell’INFORMAZIONE, l’amico Mario CARMELLINI 

Avrò bisogno di tutti voi, Socie e Soci, non solo dei Consiglieri e collaboratori più stretti, ma anche dei Presidenti e componenti delle varie Commissioni che hanno accettato di aiutarmi in questo difficile compito e che ringrazio. 

Sarò sempre a vostra disposizione per ricevere suggerimenti, consigli e critiche, soprattutto critiche, perché proprio quest’ultime saranno indispensabili per crescere e reggiungere  il meglio che il nostro grande Rotary Club  merita.

Il Rotary è una grande famiglia dove ognuno deve sentirsi a proprio agio ,rinsaldando l’amicizia ed il desiderio di stare insieme attraverso le occasioni di incontro ed gli eventi che verranno organizzati.

Infatti, oltre alle conviviali e caminetti, abbiamo pensato di organizzare anche altri momenti di incontro – anche semplici visite nei fine settimana per andare ad incontrare gli amici degli altri club – per rafforzare il legame tra tutti noi e fare servizio per gli altri, che sarà il nostro obbiettivo.

Particolare attenzione verrà poi riservata alla Comunicazione interna ed esterna al Club per farsi conoscere e far conoscere i nostri service : come ci raccomanda il Distretto, oltre a fare bene , dobbiamo far conoscere agli altri cosa fa il ROTARY.

Ogni nostro evento non dovrà essere di solo e sano svago e divertimento, ma avrà anche un obiettivo di servizio : faremo servizio divertendoci, ORGOGLIOSI di essere rotariani.  

NON ci dimenticheremo di chi è più sfortunato di noi e anche in tali occasioni  faremo dei services.

Vogliamo intensificare i rapporti con le Istituzioni pubbliche e le istituzioni rotariane.

Per i services, oltre quelli ormai istituzionali che ci vedono impegnati da moti anni, ne stiamo organizzandone altri, tra cui un service internazionale, che caratterizzeranno l’annata ed il Rotary Siena. 

Ma non voglio rubarvi altro tempo ed il dettaglio delle iniziative già in programma e in via di definizione ve lo comunicherò il 7 luglio in occasione della nostra prima Conviviale dell’annata 2022/ ‘23 che si svolgerà alla Chigiana con il consueto concerto, per rinnovare il nostro legame con la prestigiosa Istituzione senese ed il successivo 14 luglio presso il Kartodromo di Casetta

Di volta in volta vi illustreremo le iniziative che non sveliamo per non togliervi il piacere della sorpresa .

Non voglio rubarvi altro tempo.

Termino chiedendovi di aiutarmi, supportarmi e ….. SOPPORTARMI, per l’onore del nostro club, come farà certamente mia moglie Annamaria, mia compagna di viaggio in questa bella avventura. 

Da parte mia prometto il massimo impegno e senso di responsabilità per guidare questo grande club, il ROTARY CLUB SIENA, nel miglior modo possibile, affinché possa esser sempre più conosciuto ed apprezzato da tutti, per le iniziative ed i services che svolgeremo, per rendere migliore la società in cui viviamo.

Grazie a tutti.

Duccio Panti

Un gravissimo lutto ha colpito il Rotary Club Siena ed il Distretto 2071. E’ scomparso, improvvisamente, all’età di 82 anni il nostro Socio Pietro Terrosi Vagnoli, già Presidente del Club nell’Ar 1997-1998 e Governatore dell’allora Distretto 2070 nell’Ar 2008-2009.

Per espressa volontà di Pietro e della famiglia le esequie sono state celebrate in forma strettamente privata.

Il Presidente Mauro Picchi,  il consiglio direttivo e i Soci tutti stringono in un abbraccio commosso la moglie Marta ed i figli Paolo ed Elena.

Qui di seguito un ricordo scritto dal nostro Socio Sandro Fornaciari

IN MEMORIA DI PIETRO TERROSI VAGNOLI

LETTERA AD UN AMICO CHE NON C’E’ PIU’

 

Caro Pietro, raramente ,nella mia lunga carriera di ‘scribacchino’, ho sofferto, come sto soffrendo in questo momento , nel salutare un amico che non è più tra noi.

Ed è, il mio dolore, quello di tutte le Socie e i Soci di un Club, il Rotary Club Siena ,che Tu hai amato  e cresciuto con lo stesso amore e cura che si hanno per un figlio. E come figli, che hanno a lungo ricambiato questo affetto, oggi ci sentiamo davvero un po’ più soli e smarriti.

Conoscendoti, avendo avuto il privilegio , non solo per la mia trentennale militanza nel Club, di instaurare con te un franco rapporto d’amicizia, e consentimi :d’affetto; beh, conoscendoti immagino che Tu adesso , reclinando il capo e sorridendo sotto quell’onor del mento dal sapore vagamente Risorgimentale, stia sussurrando:” Sandro, tutti noi siamo di passaggio; ciò che conta è che il Rotary continui ad essere ciò che è sempre stato: un club di Amici al servizio degli altri”. Queste parole me le dicesti una volta, durante una delle nostre chiaccherate telefoniche (in replica ad un mio’mal di pancia’ rotariano)e non sai le volte che mi sono state di aiuto, specialmente quando , per un qualche motivo, per lo più banale,  è capitato di chiedermi (ma a chi non è capitato almeno una volta?): ma io, qui nel Rotary, che ci sto a fare?

Ecco la parolina magica che sempre ci accompagna : fare. Ricordo ancora, Caro Pietro, le parole che tu pronunciasti al momento del tuo insediamento come Presidente del Club: era il luglio del 1997, una dozzina d’anni dopo il tuo ingresso nel Rotary: “la mia annata sarà improntata al massimo impegno, azione e concretezza”.

L’impegno, quello che ti ha accompagnato per tutta la vita e che tu, forse anche memore di quel giuramento prestato da Ufficiale medico, hai adempiuto  con un raro senso dell’onore: fosse nella tua lunga e prestigiosa carriera professionale , fosse nel costante desiderio di porsi al servizio del nostro Movimento. E poi l’azione: quante volte ci hai ricordato che essere rotariani non significa soltanto ritrovarsi in piacevoli serate a tavola ma rimboccarsi le maniche , porre al servizio degli altri non solo i nostri denari (troppo facile dicevi, noi non facciamo beneficienza…)ma sopratutto le nostre capacità, le nostre intelligenze, il sapere essere diversi in un mondo dove spesso egoismi e paura di mettersi in gioco hanno la meglio. E infine la concretezza: quella che trasforma un progetto (quanti ne abbiamo visti rimanere sospesi nel limbo delle belle ma inutili intenzioni anche tra di noi…) in una realtà, quelle realtà che noi chiamiamo service, parola dove dentro ci sta tutto: passione e appunto concretezza.

Valori che Tu ,per le capacità e i meriti acquisiti sul campo, hai avuto modo di esprimere ai massimi livelli allorchè, era il 2008, fosti chiamato alla carica di Governatore. Molti di noi ricordano quell’Annata, condotta come sapevi fare tu, con polso fermo ed il sorriso, affiancato dalla adorata Marta, sempre vicina a te e riferimento per tante nostre Consorti. Non starò qui a ricordare quei dodici mesi che restano una tappa fondamentale per la crescita del nostro Club e dell’allora Distretto 2070: tanti di noi l’hanno vissuti in presa diretta; a quanti sono venuti dopo mi permetto di dare un piccolo consiglio: leggete la storia del nostro Club, mirabilmente ricostruita  dall’amico Alberto Fiorini, nei suoi libri; scoprirete molto di più su Pietro di quanto questo ‘scribacchino’ possa fare con fiumi di parole. E forse scoprire o riscoprire perchè ‘si sta nel Rotary’ o, come ero solito dire quando ho servito il club come Presidente , perchè dobbiamo sentirci  ‘ orgogliosi di essere rotariani’

Caro Pietro, questa lettera ad un amico che non c’è più, anche per onorare quella sobrietà da te sempre predicata, sta volgendo al termine.

 Lassù ti immagino ora in compagnia di tanti cari e vecchi Amici che ‘sono andati avanti’; a cominciare dagli indimenticabili Luigi Socini Guelfi, Carlo Corsini e Furio Basacca, i tre Governatori espressi dal nostro Club ,che ti hanno preceduto. Quando parlerete di noi cercate di essere ‘clementi’ come lo siete sempre stati quando eravate tra noi e se potete teneteci una mano sulla testa.

Da parte mia, nostra, cercheremo di fare del nostro meglio per seguire i tuoi insegnamenti e far vivere per sempre  il tuo ricordo.

Un abbraccio commosso ed affettuoso da parte di tutto il Club a Marta, Paolo ed Elena che troveranno sempre in noi degli Amici sinceri e fedeli.

Con l’amicizia di sempre e per sempre

 Sandro

Si è svolta ieri la cerimonia di inaugurazione della Stanza Rosa presso la Questura di Siena. E’ stato un service voluto e portato avanti dai tre Club dell’area senese ovvero il nostro RC Siena, il RC Siena Est e il RC Siena Montaperti. 

Il service fu presentato l’otto Marzo scorso in una conviviale interclub dedicata alle donna e alla festa della donna ed è consistito nell’allestire una stanza particolare sia per la pitturazione che per l’arredo per accogliere donne e anche minori vittime di violenza in modo da offrire un ambiente confortevole e amico.

Grazie a tutti per il lavoro svolto, per il nostro club hanno in particolare prestato la loro opera Elisabetta Miraldi e Annalisa Albano.

Giovedi 23 Giugno si è svolto il passaggio del collare da Mauro Picchi a Duccio Panti. E’ stata un bellissima serata in una location fantastica ovvero il Royal Golf Club di Bagnaia. Molta partecipazione di soci, eravamo veramente un bel numero. E’ stato distribuito il libro SIENA -I LUOGHI DELL’ACQUA scritto dal nostro socio Alberto Fiorini. La serata è stata arricchita dalla consegna di tre PHF ai soci Massimo Verdi, Fausto Lorè e Pasqualino Paulesu.

I due Presidenti ovvero Mauro Picchi a termine di mandato e Duccio Panti che inizierà il 01 Luglio prossimo hanno tenuto le loro relazioni

Discorso di MAURO PICCHI:

Care Amiche, cari Amci, gentilissimi ospiti,

un anno passa veloce o lento a seconda di come lo viviamo. Ecco, un anno da presidente del Rotary Club Siena è praticamente “volato via”. Sembra ieri che ho ricevuto questo Collare da Elisabetta Miraldi e ora sono a cederlo a Duccio Panti.

E non a caso ho usato l’espressione “volato via” perché questa più di tutte intercetta un mio campo d’interesse, meglio una grande passione, il volo e le sue caratteristiche più peculiari: la velocità e la libertà.

Un noto pilota e grande scrittore Antoine de Saint- Exupéry nel libro Terra degli uomini, del 1939 ha scritto:

    “L’aeroplano è senza dubbio una macchina, ma che strumento di analisi! Ci ha svelato il vero volto della terra.”

Questa frase esplicita la mia grande passione, ma paradigmaticamente esprime molto bene anche l’esperienza vissuta da presidente perché è grazie a questo ruolo che ho compreso meglio il volto della nostra associazione.

Il primo impatto con la presidenza è imponente perché questa è un’esperienza che fornisce tanti insegnamenti e, opponendo resistenza, ti insegna a misurarti con le sfide

L’esperienza di ricoprire il ruolo del presidente è veramente eccezionale, e la consiglio vivamente a tutti, non privatevi di questa opportunità. Si impara a conoscere il Rotary in tutti i suoi aspetti e dispositivi e si capisce di far parte di una grande famiglia internazionale. A qualunque porta si bussi si viene accolti con amicizia e rispetto.

Il Rotary si impara a conoscere piano piano perché è veramente un grande mondo, per cui consiglio a chi è entrato da poco di avere pazienza perché solo con il tempo e frequentando si riesce a entrare in questa realtà. A tale proposito vi sprono a frequentare gli appuntamenti distrettuali perché confrontandoci con gli altri club e con il mondo del Rotary international si impara e si entra nei meccanismi che altrimenti ci risulterebbero estranei.

Il tirocinio è importante per tutti, come ugualmente importante è riconoscere quei maestri che ci hanno preceduto che sempre guardiamo con ammirazione, sono loro quelli da cui ricevere consigli ed a cui carpire segreti. Questa esperienza di cui si sente immancabilmente il peso delle responsabilità non è solo un viaggio, non è solo un’avventura è qualcosa che ti permette di approdare ad una visione solidale e aperta verso gli altri, che ti conduce alla comprensione che implica la conoscenza. Mi avvarrò dei ricordi per rammentarci che dentro ognuno di noi c’è aspirazione, tensione verso un intento condiviso “che ci fa guardare insieme nella stessa direzione “.

Ringrazio tutti per la collaborazione ricevuta e per il viaggio compiuto insieme.

Discorso di DUCCIO PANTI:

Carissime amiche e carissimi amici, gentili ospiti,

una saluto al Past Governor Pietro Terrosi Vagnoli

all’assistente del Governatore Stefano Inturrisi

eventuali rappresentanti delle Istituzioni

ed ai presidenti e rappresentanti degli altri club

sono veramente emozionato ed orgoglioso di assumere la guida di questo prestigioso club che tanto ha fatto,  dalla sua fondazione,  per la nostra città,  per la nostra Italia e per il mondo, perché il Rotary non ha confini.

In questi giorni ho riletto i nomi dei Presidenti che mi hanno preceduto, tutte persone che hanno avuto un ruolo importante e fondamentale nella nostra società: spero di essere all’altezza del compito assegnatomi.

E pensando ai Presidenti che mi hanno preceduto, il pensiero va anche a tutti gli Amici (con la A maiuscola) che ci hanno lasciato, qualcun purtroppo prematuramente, ma che sono certo ci stanno guardando ed ai quali rivolgo il mio commosso ricordo e ringraziamento per tutto ciò che ci hanno trasmesso ed insegnato per essere dei Rotariani all’altezza di questo prestigioso Club.

Stimolato, quindi, dal sostegno di chi mi ha preceduto e da tutti voi soci,  mi accingo a intraprendere questa annata che, forse immeritatamente, ma con estremo ORGOGLIO avrò l’onore di rappresentare : il Rotary Club Siena, un club storico, importante, che ha dato 4 Governatori al nostro distretto, si è distinto e si distingue nella città è conosciuto ammirato e osservato

Spero di essere all’altezza del compito che mi avete chiamato a svolgere.

Ma per fare una buona annata il Presidente non può e non deve essere lasciato solo, io rappresento una squadra e si vince tutti insieme:

Perciò, vi presento la squadra  che mi affiancherà in questa avventura  :

Mauro PICCHI                     PRESIDENTE USCENTE

Massimo PAGANO             VICE PRESIDENTE

Cesare BIAGINI                   PRESIDENTE ELETTO

Domenico BENEVENTO   SEGRETARIO

Sabina D’ANGELO            PREFETTO

Roberto MARCHETTI                     TESORIERE

Ed i Consiglieri  Elena BINDI, Paolo COCCHIA, Niccolò FIORINI, Alessandro FORNACIARI, Raffaele LO BUONO, Donata MEDAGLINI, Filiberto SEVERI

e collaborerà con me, quale Consigliere aggiunto responsabile dell’INFORMAZIONE, l’amico Mario CARMELLINI

Avrò bisogno di tutti voi, Socie e Soci, non solo dei Consiglieri e collaboratori più stretti, ma anche dei Presidenti e componenti delle varie Commissioni che hanno accettato di aiutarmi in questo difficile compito e che ringrazio.

Sarò sempre a vostra disposizione per ricevere suggerimenti, consigli e critiche, soprattutto critiche, perché proprio quest’ultime saranno indispensabili per crescere e reggiungere  il meglio che il nostro grande Rotary Club  merita.

Il Rotary è una grande famiglia dove ognuno deve sentirsi a proprio agio ,rinsaldando l’amicizia ed il desiderio di stare insieme attraverso le occasioni di incontro ed gli eventi che verranno organizzati.

Infatti, oltre alle conviviali e caminetti, abbiamo pensato di organizzare anche altri momenti di incontro – anche semplici visite nei fine settimana per andare ad incontrare gli amici degli altri club – per rafforzare il legame tra tutti noi e fare servizio per gli altri, che sarà il nostro obbiettivo

 

Particolare attenzione verrà poi riservata alla Comunicazione interna ed esterna al Club per farsi conoscere e far conoscere i nostri service : come ci raccomanda il Distretto, oltre a fare bene , dobbiamo far conoscere agli altri cosa fa il ROTARY.

Ogni nostro evento non dovrà essere di solo e sano svago e divertimento, ma avrà anche un obiettivo di servizio : faremo servizio divertendoci, ORGOGLIOSI di essere rotariani.  

NON ci dimenticheremo di chi è più sfortunato di noi e anche in tali occasioni  faremo dei services.

Vogliamo intensificare i rapporti con le Istituzioni pubbliche e le istituzioni rotariane.

Per i services, oltre quelli ormai istituzionali che ci vedono impegnati da moti anni, ne stiamo organizzandone altri, tra cui un service internazionale, che caratterizzeranno l’annata ed il Rotary Siena.

Ma non voglio rubarvi altro tempo ed il dettaglio delle iniziative già in programma e in via di definizione ve lo comunicherò il 7 luglio in occasione della nostra prima Conviviale dell’annata 2022/ ‘23 che si svolgerà alla Chigiana con il consueto concerto, per rinnovare il nostro legame con la prestigiosa Istituzione senese ed il successivo 14 luglio presso il Kartodromo di Casetta

Di volta in volta vi illustreremo le iniziative che non sveliamo per non togliervi il piacere della sorpresa .

Non voglio rubarvi altro tempo.

Nei giorni scorsi il nostro socio Prof Giuseppe Valacchi ha tenuto e organizzato a Siena un importante convegno dal titolo “The future of the Redox Biology” che ha riunito a Siena i più importanti ricercatori nel campo dello stress ossidativo e delle patologie correlate a infiammazione e invecchiamento. Il Prof Valacchi è Ordinario di Fisiologia all’Università di Ferrara e di Medicina rigenerativa alla North Carolina State University, nonchè senese e nostro socio. Il Rotary Club Siena ha dato il suo Patrocinio.

Complimenti Giuseppe.

Caminetto del 16 Giugno 2022

Giovedì us si è tenuta una riunione a caminetto presso la Villa Hotel Scacciapensieri all’aperto nel bellissimo giardino annesso alla villa stessa. Serata piacevolissima con clima ideale. Si è trattato di un incontro destinato ai saluti in cui tutti abbiamo brindato alle sempre migliori fortune del Rotary.

Però la serata era anche dedicata a ripristinare un tradizione che causa pandemia si era un po’ persa ovvero lo scambio di consegne e auguri di buon lavoro tra il consiglio in carica ma vicino alla scadenza e il nuovo consiglio che entrerà in carica dal prossimo Luglio.

Questo è importante perché sottolinea la continuità del Rotary nel segno della ruota che gira. Le persone, gli staff dirigenziali passano, ma il Cub resta e continua.

Buon lavoro al prossimo consiglio. Ci vediamo il 23 per il passaggio del collare.

Gita ai Castelli Romani

Sabato 11 e domenica 12 siamo andati in gita. Era molto tempo che a causa della pandemia non so facevano gite collettive per cui è stata una grande emozione partire in gruppo e vivere insieme due giorni.

Sabato mattina alle ore 07,00 tutti in pulman e via verso Roma, sosta a metà percorso e poi arrivo alle ore 10,30 a Castel Gandolfo. Abbiamo avuto giornate splendide, un bel sole e un temperatura ottimale ci hanno sempre accompagnato. Iniziamo con ingresso ai giardini pontifici visitabili sia a piedi che in piccoli bus accompagnati da una guida che ci ha illustrato tutte le caratteristiche. Meravigliosa vista su Roma e  mare. Abbiamo visitato poi il palazzo Papale compreso l’appartamento privato del Papa adesso aperto al pubblico in quanto non utilizzato da Papa Francesco. Poi pranzo in una simpatica trattoria e trasferimento a Frascati dove abbiamo visitato il centro storico. Poi stop in albergo per cena e pernottamento. Albergo molto bello e funzionale, ottima cena.

Domenica mattina partenza comoda alle ore 09,00 per Albano Laziale dove abbiamo visitato La Cisterna ovvero un enorme deposito di acqua di un acquedotto dell’epoca romana, poi trasferimento ad Ariccia per la visita al Palazzo Chigi ove la storia di Siena e Roma si intrecciano. Pranzo in trattoria tipica (porchetta!!!) e poi visita al borgo di Nemi e al suo bellissimo lago.

Partenza per il viaggio di ritorno in tutta tranquillità. Un plauso e un ringraziamento particolare alla nostra Cristiana Burroni per la perfetta organizzazione.

Ieri sera si è tenuta una riunione a caminetto in cui ci sono stati due eventi importanti, l’ingresso di un nuovo socio ovvero della Dr.ssa Giovanna Maria Dimitri, già socia del Rotaract, che accogliamo con grande piacere tra noi, presentata  magistralmente da Niccolò Fiorini illustrando tutto il curriculum vitae. Giovanna, pur giovanissima, ha già percorso una brillantissima carriera nel campo della ingegneria informatica ed è titolare di assegno di ricerca presso l’Università degli studi di Siena.

Successivamente si è parlato della storia del vacci antipolio e in particolare del rapporto di Siena con Albert Sabin che con l’Istituto Sclavo ha collaborato permettendo a Siena di essere capofila italiana della vaccinazione antipolio. Il libro si intitola “La guerra dei vaccini”. Hanno parlato gli autori ovvero Paolo Leoncini e Paolo Neri, quest’ultimo ben conosciuto da alcuni soci in quanto i passato presidente del nostro Club e PHF.

Sabato us alle ore 21,00 presso l’auditorium di Chianti Banca si è tenuta la premiazione del concorso Chitarra Verde organizzato dal Dr. Delio Cammarosano responsabile dell’area verde presso il Tribunale Civile e patrocinato dal Rotary Club Siena e del Rotary Club Siena Est nonchè da Chianti Banca. Il concorso era indirizzato a giovani appartenenti a tre fasce di età dai dodici ai venticinque anni. I vincitori si sono esibiti in eseguendo brani dal loro repertorio molto piacevoli e apprezzati.

                                                                                         

Siena 29 maggio 2022

Gentili Amiche e cari Amici,

Vi riporto gli appuntamenti del prossimo mese di giugno. Nella speranza di incontrarvi vi saluto cordialmente.

Il Segretario Anna Lisa Albano

GIUGNO

Giovedì 2 – Attività sospesa

 

Sabato 4 – ore 21.00 – Concerto Auditorium Chianti Banca – Loc. Fontebecci

Premiazione concorso chitarristico regionale “Chitarra Verde” patrocinato dal nostro Club.

 

Giovedì 9 – ore 19.00 – Riunione al Caminetto aperta a familiari ed ospiti Four Points Siena Hotel -Via Antonio Lombardi 41

“La guerra dei vaccini. Cosa può insegnare la vicenda di Albert B. Sabin”

Relatori della serata il Dottor Paolo Leoncini ed il Dottor Paolo Neri, già nostro Past President, autori del libro.

 

Sabato 11 e domenica 12 – Gita ai Castelli Romani

 

Giovedì 16 ore 19.00 – Riunione al Caminetto aperto a familiari ed ospiti Villa Scacciapensieri – Str. di Scacciapensieri 10

Una gradita occasione per trascorrere una piacevole serata e vivere insieme un momento di serenità.

A seguire ricco aperitivo placée.

 

Giovedì 23 ore 19.30 –Passaggio del Collare e Cambio delle Consegne Royal Golf La Bagnaia -SS223, 53016 – Località Bagnaia, Murlo

Il Presidente dell’annata 2021-2022 Mauro Picchi consegnerà la guida del Club al Presidente dell’annata 2022-2023 Duccio Panti.

 

Giovedì 30 – Attività sospesa