mm

MAURO BERRUTO OSPITE DEL ROTARY CLUB SIENA

by Presidente on

Giovedì 16 gennaio 2020

Lecture Show “Capolavori” di Mauro Berruto-Teatro dei Rozzi-Siena-18.30

Regia di Roberto Tarasco

Giovedì 16 gennaio 2020

Conviviale-NH Hotel Siena-20.00

Capolavori. Allenare, Allenarsi, Guardare altrove.

Relatore : Dott. Mauro Berruto già CT Nazionale Italiana Volley Medaglia Olimpica Londra 2012

Un palco, una piccola scrivania , un grande schermo sul quale proiettare diapositive: una coreografia minimal per un grande  personaggio , Mauro Berruto, che è stato capace, per quasi due ore,  di inchiodare alle loro poltroncine del teatro dei Rozzi  centinaia di persone (tantissimi i giovani) per un evento promosso dal Rotary Club Siena e dal Rotaract. Non è stato solo uno spettacolo (anche se un titolo ce l’ha: Capolavori, lo stesso dell’ultimo libro di Berruto), né una conferenza, non una lezione:  semplicemente la narrazione di una esperienza di vita  unica dalla quale trarre ispirazione e spunti per le nostre vite di tutti i giorni.

E Mauro Berruto di cose ne ha davvero tante da raccontare ed insegnare: laureato in filosofia ,dopo una lunga carriera nella pallavolo maschile come coach di grandi club e per sei anni della nazionale finlandese, è stato commissario tecnico della nazionale italiana dal 2010 al 2015, vincendo sette medaglie in competizioni internazionali ed ancora:  amministratore delegato della Scuola Holden di Torino, fondata da Alessandro Baricco, e infine direttore tecnico delle squadre olimpiche della federazione Tiro con l’arco.

Oggi Berruto gira l’Italia, e non solo, nella sua veste di ispirational speaker per motivare, ispirare e raccontare come raggiungere sempre i nostri obiettivi più importanti. Semplificando lo si potrebbe definire un ‘motivatore’ (anche se all’interessato il termine non piace) al quale ricorrono grandi imprese, enti, società sportive per migliorare le performance dei propri dipendenti o atleti là dove il tutto è affidato alla  volontà  ( da affinare e coltivare nel tempo con pazienza), alla conoscenza dei propri limiti, alla consapevolezza che quest’ultimi possono diventare punti di forza per riprendere un cammino bruscamente interrotto, per risollevarsi da sconfitte che fanno parte del percorso di vita così come le vittorie.

E Capolavori, il suo libro portato poi in teatro con la raffinata regia di Roberto Tarasco, altro non è che una mappa per trasformare il potenziale in eccellenza. Un libro per chi sogna di vincere una medaglia, di dipingere un’opera d’arte, di raggiungere un budget, di conquistare una quota di mercato oppure, semplicemente, di poter dare il meglio di sé in ogni occasione. O per dirla con l’autore per non smettere mai di sognare di raggiungere l’Itaca che è dentro di noi

L’evento, voluto dal Presidente del Rc Siena Francesco de Feo e dal Presidente del Rotaract Riccardo Intruglio, era finalizzato alla raccolta di fondi per l’allestimento di un taxi adibito al trasporto dei portatori di handicap.


 

 

mm

PROGRAMMA DEL MESE DI GENNAIO 2020

by Presidente on

Giovedì 2 gennaio 2020

Attività sospesa

Giovedì 9 gennaio 2020

Caminetto-NH Hotel Siena-19.00

Argomenti Rotariani

Giovedì 16 gennaio 2020

Lecture Show Mauro Berruto-Teatro dei Rozzi-Siena-18.30

Regia di Roberto Tarasco

Giovedì 16 gennaio 2020

Conviviale-NH Hotel Siena-20.00

Relatore Dott. Mauro Berruto già CT Nazionale Volley Medaglia Olimpica Londra 2012

Giovedì 23 gennaio 2020

Caminetto aperto a familiari e amici-NH Hotel Siena-19.00

Industria 4.0

Relatore Niccolò Fiorini

Giovedì 30 gennaio 2020

Conviviale-NH Hotel Siena-20.00

Il Palio Censuale

Relatrice : Prof. Fabiana Bari

mm

CONVIVIALE DEGLI AUGURI : 19 dicembre 2019

by Presidente on

 

Giovedi 19 dicembre, presso l’Hotel Garden, ha avuto luogo la Conviviale degli Auguri del nostro Club, presenti oltre 170 partecipanti fra Ospiti e Soci.

Preceduta, come di consueto, dal momento  di incontro durante l’aperitivo accompagnato dalle note  di un eccellente quartetto della Siena Jazz Accademia, la Conviviale si è aperta con la presentazione dei numerosi ospiti del Club e dei Soci.

Per le Autorità rotariane e cittadine erano presenti l’Assistente del Governatore, Dott. Pietro Burroni, l’Assessore alla Sanità, servizi sociali e politiche della casa per il Comune di Siena Dott.ssa Francesca Appolloni , il Questore di Siena, Dott. Costantino Capuano, il Comandante dei Carabinieri Colonnello Stefano Di Pace, il Vice-Comandante del 186°  Rgt “Folgore” Tenente Colonnello Enrico Iazzetta .

Abbiamo avuto anche la gradita presenza dei Presidenti di tutti i Club service senesi.

In apertura di serata, dopo il saluto del Presidente agli ospiti del Club, ai Soci e ai loro familiari ed amici, sono stati applauditi e graditi i saluti portati dal Dott. Pietro Burroni  e dalla Dott. ssa  Francesca Appolloni, presente in rappresentanza del Sindaco.

Mentre la Dott.ssa Appolloni ha espresso l’apprezzamento e  la riconoscenza dell’Amministrazione Comunale per l’attività del nostro Club in ambito cittadino, ricordando la collaborazione e la sinergia che caratterizzano da sempre i rapporti esistenti  fra le  due realtà, il Dott. Burroni ha ricordato di aver da sempre “vissuto” il Rotary attraverso la figura e l’impegno del padre, socio del nostro Club, sottolineando i valori della nostra grande Associazione.

La Festa degli auguri si è svolta, secondo una tradizione consolidata, in un clima di serena partecipazione , vivendo un’atmosfera  di amicizia.

Molto apprezzato anche il dono natalizio ai presenti, in realtà un regalo solidale, un service in favore di  Amref Health Africa, organizzazione internazionale no profit  che si propone di  migliorare la salute in Africa attraverso il coinvolgimento  delle comunità locali.

A  rendere ancor più suggestiva questa particolare serata, l’esibizione  , subito dopo il brindisi e lo scambio degli auguri,  di quattro giovani musicisti che frequentano i corsi accademici  della Siena Jazz University; testimonianza di musica di alto profilo e di un percorso di alta formazione professionale e artistica.

L’annuncio che il nostro Club , avviando una collaborazione con Siena Jazz,, aveva deciso di assegnare una borsa di studio  a uno  studente meritevole che si fosse particolarmente distinto negli esami di ammissione ai corsi, implementando così la sua azione verso i giovani già attuata con le borse di studio elargite  da anni a studenti dell’Accademia Chigiana e a giovani frequentanti l’Università per Stranieri ha concluso la serata rendendo  più che mai “natalizia”  la nostra Festa.

mm

VISITA DEL GOVERNATORE MASSIMO NANNIPIERI

by Presidente on

Giovedì 5 dicembre 2019

Hotel Garden Siena h.-17.00

Giovedi 5 dicembre 2019, accompagnato dall’Assistente Pietro Burroni, il Governatore Massimo Nannipieri ha effettuato la sua Visita Ufficiale al nostro Club.

Un appuntamento importante che rappresenta senz’altro  un’ottima occasione di confronto per i Dirigenti e i Soci di un Club.

Dopo un primo colloquio con il Presidente e il Segretario, il Governatore ha incontrato in plenaria il Consiglio Direttivo con i Presidenti di Commissione, i Delegati, l’Istruttore del Club, i nuovi soci e il Presidente del Rotaract  Siena.

Massimo Nannipieri ha esordito con parole di apprezzamento ricordando che il Rotary Siena è un Club di antica costituzione, attento ai principi rotariani e con una importante storia di servizio.

Il Governatore si è quindi soffermato sull’importanza di sviluppare e conservare l’effettivo , individuando con particolare attenzione e cura i potenziali rotariani da inserire in organico e coinvolgendo di più e più spesso i Soci in incarichi nelle Commissioni o all’interno del Club al fine di favorire  una partecipazione sempre più attiva. Le interessanti ed esaustive relazioni presentate dai Presidenti di Commissione hanno poi offerto spunti di riflessione su temi importanti quali la ricerca di condivisione interna, l’impegno in eventi interclub per la raccolta di fondi, la realizzazione di service efficaci.

Molto apprezzate anche le attività del nostro Rotaract , al quale il Governatore ha riconosciuto un impegno costante, e l’informazione fornita sia con il notiziario cartaceo che tramite il nostro sito che consente di portare a conoscenza della comunità le iniziative del Rotary.

La visita del Governatore è proseguita con la Conviviale, durante la quale è avvenuta l’ammissione al Club del nuovo socio  Niccolo’ Fiorini ,ricercatore presso la Facoltà di Economia della  nostra  Università, presentato dal Past President  Pier Luigi  Venturi.

A Niccolo’, oltre l’onore di ricevere il “pin” e gli auguri da parte del  Governatore, un sincero benvenuto da parte di tutto il Club affinchè possa fattivamente contribuire alla crescita del nostro sodalizio grazie  alle sue qualità “rotariane”.


mm

PROGRAMMA DEL MESE DI DICEMBRE 2019

by Presidente on

Giovedì 5 dicembre : Conviviale-ore 20.00 Hotel Garden Siena

Visita Ufficiale del Governatore Ing. Massimo Nannipieri

 

Giovedì 12 dicembre : Caminetto-ore 19.00 Hotel NH, Siena

Argomenti Rotariani

Giovedì 19 dicembre : Conviviale degli Auguri – ore 19,30 Hotel Garden

Conviviale degli Auguri-Cravatta Nera

Giovedì 26 dicembre : Attività sospesa

Sabato 30 novembre 2019 si è svolta la  Giornata Nazionale della Colletta Alimentare organizzata dalla Fondazione “ Banco Alimentare”  ONLUS.

Tanti i volontari  del Rotary Club Siena che, insieme ai soci  del  Rotary Club Siena Est, del  Rotaract e Interact  Siena hanno attivamente partecipato con la loro fattiva collaborazione ed il loro entusiasmo a questa iniziativa diventata negli anni un importante momento di sensibilizzazione verso il tema della povertà alimentare.

Fra le tante persone che oggi affollavano il Simply Market di Viale Toselli, spiccavano le classiche pettorine gialle con il logo del Rotary  per invitare a un semplice ma concreto gesto di solidarietà: donare parte della propria spesa alimentare a chi è povero.

Una grande soddisfazione, ben al di là di ogni fatica, che ha consentito ad ogni rotariano di mettere in pratica l’ideale del “ Servire al di sopra di ogni interesse personale”.

 

mm

LA FONDAZIONE ROTARY : FARE DEL BENE NEL MONDO

by Presidente on

Caminetto del 28 novembre 2019

NH Hotel Siena-h. 19.00

Novembre, mese dedicato alla Rotary Foundation. E’ l’occasione per riflettere sul ruolo che la nostra fondazione svolge nella progettazione e nel finanziamento dei propri interventi. Nel caminetto di giovedì 28 novembre il socio Roberto Marchetti ha ripercorso l’attività di raccolta fondi che coinvolge l’intera struttura del Rotary, la gestione cumulativa dei contributi raccolti e la restituzione ai territori dei finanziamenti necessari per sostenere le varie iniziative.

Come noto, il vero patrimonio del Rotary è costituito dai soci: 1,2 milioni di persone diffuse in tutte le parti del mondo che contribuiscono mediante prestazione volontaria di oltre 100 milioni all’anno di ore di lavoro, ma anche con cospicui contributi finanziari. Ogni socio, tramite il club di appartenenza, destina alla fondazione 100 dollari ogni anno (contributo volontario, ma generalmente diffuso), contribuisce direttamente a specifiche iniziative (fondo PolioPlus), effettua donazioni per importi talvolta rilevanti. In sostanza le risorse finanziarie del Rotary provengono pressoché esclusivamente dai soci. Grazie a tali contributi, integrati dal rendimento del capitale (che ammonta a 1.150 milioni di dollari al 30 giugno 2019), la Fondazione ha potuto disporre di circa 400 milioni di dollari nel 2018 e di 360 nel 2019, destinati per il 92 per cento a finanziare i programmi e le relative operazioni. Tali risorse finanziarie sono destinate per oltre la metà a sostenere le iniziative gestite direttamente in sede accentrata (il fondo per la PolioPlus ne assorbe la maggior parte) e una quota viene restituita ai territori per le iniziative locali. Il ruolo della Fondazione  nel sostegno degli interventi promossi dai club è fondamentale tutte le volte che la complessità delle iniziative o l’entità delle risorse necessarie assumano entità rilevanti. Si consideri, a titolo di esempio, l’iniziativa finanziata dal Fondo risposta ai disastri che, a seguito del sisma che ha interessato l’Italia Centrale recentemente, ha consentito l’avvio della realizzazione di due incubatori d’impresa ad Arquata del Tronto e a Camerino, con un esborso finanziario di 350.000 euro per ciascun progetto, e con l’obiettivo di ridare una prospettiva di ripresa economica alle popolazioni duramente colpite. Si conferma, pertanto, la necessità di garantire un costante afflusso di contributi alla Fondazione per gestire in maniera solidale i programmi di intervento più rilevanti.


Carissimi Amici ed Amiche Rotariani

 alcuni interventi fatti all’Assemblea mi portano a fare alcune considerazioni che riassumo in tre punti:
 – ROTARACT :chi ha partecipato o seguito i lavori dell’Institute a Norimberga ,alla Convention ad Amburgo e sopratutto dopo aver letto le decisioni di ottobre 2019 ( vedi my Rotary ) del COL ( consiglio centrale di legislazione ) avrà compreso che la ” questione ” Rotaract è ancora tutta da definire.Rotary e Rotaract sono due componenti la Famiglia Rotariana con loro caratteristiche e peculiarietà non sono concorrenti.cessiamo ” la caccia al socio “devo cooptarlo io altrimenti lo fa un altro.Concludendo non ci resta che attendere le decisioni del COL ed in seguito il club prenderà le decisioni che ritiene opportune in base alle sue tradizioni e caratteristiche.
 – RIVISTA :problema annoso non solo per i club ma anche per il distretto.non credo che la cifra occorrente determini uno sbilancio rovinoso per la vita del club.Il notiziario o bollettino on-line viene letto ( se letto )da chi usufruisce del PC ,difficilmente viene a conoscenza dei componenti la famiglia che in tal modo viene esclusa dalla vita del club.
 – FESTEGGIAMENTI PER I 70 ANNI DEL CLUB :fare il paragone con il matrimonio tra due persone non ha valenza.Festeggiare i decennali di fondazione del club significa anche festeggiare i soci presenti alcuni dei quali, purtroppo per motivi ” tecnici ” non voluti,non potranno festeggiare il decennio successivo.

 Carissimi vi ringrazio per la vostra benevolenza per avermi letto,vi anticipo che in un prossimo futuro vi farò partecipi di alcune considerazioni sul tema : SERVICE O BENEFICENZA.

                                  Buon Rotary

                                                   Pietro

Caminetto 14 novembre 2019-ore 19.00

NH Hotel

Relatori : M° Nicola Sani-Dott. Angelo Armiento

Nella serata del 14 novembre, alle ore 19.00 presso l’Hotel NH di Siena, durante il consueto Caminetto del giovedì, in collaborazione con l’Accademia Chigiana, è stata presentata la Stagione Concertistica Micat in Vertice 2019- 2020.

Ospiti graditissimi e relatori, il Direttore Artistico dell’Accademia Chigiana  Maestro Nicola Sani e il Direttore Amministrativo  Dott. Angelo Armiento.

 L’ Accademia Musicale Chigiana di Siena è una delle più prestigiose istituzioni del panorama musicale del nostro paese e tra le più rilevanti in ambito internazionale nel settore dell’alta formazione musicale e dello spettacolo dal vivo. I 300 allievi che annualmente accedono all’Accademia, dopo una severa selezione, provengono da oltre 40 paesi. I docenti dell’Accademia sono tra i più celebri protagonisti della scena musicale del nostro tempo.

Giunta alla 97° edizione, quest’anno la MIV è particolarmente ricca di appuntamenti e presenta un eccezionale programma di ben 22 concerti, come raramente è accaduto nella storia dell’Accademia Chigiana. Una vasta scelta di eventi, dal repertorio classico, romantico e barocco alle più avanzate conquiste della musica contemporanea affacciandosi anche nel panorama delle tradizioni popolari.

E’ da sempre un punto di riferimento nelle attività musicali del nostro Paese grazie a una formula esclusiva che la rende una stagione originale e coinvolgente. Pur mantenendosi fedele alla tradizione, in questi ultimi anni si sta portando avanti un profondo processo di rinnovamento che la colloca tra le rassegne concertistiche più aggiornate e maggiormente rispondenti alle esigenze di oggi. L’offerta di quest’anno, poi, segna un grande salto in avanti grazie a un calendario ancora estremamente ricco di eventi e a una serie di percorsi tematici di grande fascino. Pensiamo, ad esempio, alla speciale attenzione riservata a Beethoven, ma anche all’omaggio che verrà reso alla grande storia dell’Accademia stessa in una ricorrenza importante come gli 80 anni dalla prima Settimana Musicale Senese che segnò la rinascita della musica di Vivaldi.

«Sono particolarmente orgoglioso – dichiara il Direttore Artistico Nicola Sani – di presentare questa nuova edizione della Stagione di Concerti dell’Accademia Chigiana, che si avvicina sempre di più al prestigioso traguardo del centenario. La Micat In Vertice è una delle Stagioni più longeve del panorama nazionale e una delle più conosciute e prestigiose in ambito internazionale. Quella che abbiamo davanti sarà una Stagione particolarmente lunga, dinamica, effervescente, appassionante, che la Chigiana ha voluto dedicare alla città di Siena per un anno di musica davvero speciale, caratterizzato da un eccezionale omaggio alla musica di Beethoven nei 250 anni dalla nascita del grande compositore tedesco. Una Stagione unica, dove sono presenti grandi artisti provenienti da tutto il mondo e i migliori giovani interpreti che escono dai corsi estivi di alta formazione dell’Accademia e che hanno nella Micat In Vertice la grande occasione per salire ai “vertici” della scena mondiale. Una Stagione pensata per tutti gli appassionati della concertistica da camera e sinfonica e dedicata ai giovani-la cui presenza ai nostri concerti è in costante aumento – con una programmazione estremamente varia che accoglie interessi e gusti diversi. Una Stagione che valorizza pienamente le migliori risorse produttive del nostro territorio, con la presenza di ben 3 orchestre della Toscana. Ma soprattutto una Stagione di rinnovamento, accessibile e aperta a tutti, che intende valorizzare i giovani talenti e promuovere la conoscenza della grande musica presso tutte le fasce di età».

Grande spazio in questo straordinario percorso è riservato ai giovani talenti musicali che hanno frequentato i corsi di alto perfezionamento dell’Accademia Chigiana e che si stanno già distinguendo nel panorama internazionale.

All’appassionata, coinvolgente e brillante relazione del Maestro Sani, ha fatto seguito l’intervento del Dott. Armiento che, ricordando la necessità del sostegno economico a tutte queste importanti e curate iniziative ha sottolineato che  l’Accademia Chigiana ,oltre ai finanziamenti pubblici ,ricerca e può contare su molti sostenitori e sponsor privati ai quali viene riservata  un’attenzione particolare.

Tutte le donazioni alla Fondazione dell’Accademia godono infatti di benefici fiscali essendo  l’Accademia Musicale  Chigiana  riconosciuta una organizzazione ONLUS, ovvero Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale : chi sostiene la Chigiana può usufruire dell’Art Bonus, un credito di imposta riconosciuto a società, ditte, enti e persone fisiche.

I bilanci consuntivi annuali in attivo, la gestione dell’Ente e la sua organizzazione interna sono messi a disposizione del singolo cittadino in quella che è definita un’amministrazione trasparente.

Il caminetto si è concluso in un clima di grande cordialità e simpatia, confermando la collaborazione esistente fra Rotary Siena e Accademia Chigiana, per poi per trasferirsi a Palazzo Chigi Saracini, invitati ad assistere al concerto per violino e pianoforte anteprima della Micat in Vertice 2019-2020.

mm

ATTIMI ETERNI : LA POESIA GIAPPONESE HAIKU

by Presidente on

Relatore : Prof. Paolo Pagli -Facoltà di Scienze Matematiche Università di Siena

NH Hotel h. 20.00-Conviviale

Giovedì 7 novembre 2019

Conviviale all’insegna dell’intrattenimento culturale quella svoltasi giovedi 7 novembre  presso l’Hotel NH.

Ospite della serata il Prof. Paolo Pagli, già titolare dell’insegnamento di Fondamenti della Matematica all’Università di Siena, che ci ha illustrato una delle più semplici e sincere forme di poesia giapponese, lo haiku.

Ma cosa sono gli haiku, come si scrivono e quali sono i più bei haiku mai pubblicati?

Partendo dalla lettura di una piccola antologia di questi componimenti, il Prof. Pagli ha illustrato la definizione di haiku, le regole per comporlo presentando una selezione dei più belli.

 Con il termine haiku si intende un componimento breve, generalmente composto da tre versi per complessive diciassette sillabe secondo lo schema 5/7/5 , privo di titolo, nato in Giappone. Non è una poesia vera e propria, non è un aforisma, non è un detto. E’ solo un semplice gioiello che raccoglie in 17 sillabe un’emozione. E’ un componimento dell’anima, dove non servono tante parole. E’ raffinata l’emozione di un haiku, come è raffinata la semplicità.

L’arte dell’haiku è nata in Giappone e fiorisce nel XVII secolo, dove tanti samurai dotati di coraggio e determinazione, non solo in guerra manifestavano la loro grandezza e il loro più alto prestigio nella solitudine della meditazione e nel comporre haiku alla corte dell’imperatore.

Il suo punto forte è proprio la brevità, il riuscire ad esprimere pensieri profondi in appena tre versi. E’ l’idea poetica che vi sta alla base: la rappresentazione dell’attimo; l’uso di immagini vivaci e provocanti; la lettura d’un fiato e un senso di improvvisa illuminazione.

Chiunque può avvicinarsi a questa forma di poesia carpendo poche semplici regole :  non c’è necessità del titolo; 3 versi, 17 sillabe totali, suddivise secondo la struttura 5-7-5;un kigo, ovvero un riferimento a una delle stagioni dell’anno; questo accenno si può inserire in maniera diretta ( es. autunno) o intuibile da colui che legge ( es. neve).La poesia haiku mira ad un’espressività semplice, intensa e diretta. Soggetto privilegiato di questi componimenti è la natura. E’ una poesia dai toni semplici, che elimina fronzoli lessicali e retorici, traendo la sua forza dalle suggestioni della natura nelle diverse stagioni. La composizione richiede una grande sintesi di pensiero e d’immagine in quanto il soggetto dell’haiku è spesso una scena rapida ed intensa che descrive la natura e ne cristallizza i particolari nell’attimo presente. L’estrema concisione dei versi lascia spazio ad un vuoto ricco di suggestioni, come una traccia che sta al lettore completare.

Dal Giappone, l’haiku si è diffuso anche in altri paesi, trovando imitatori anche in lingua inglese, francese e in italiano .

Sono stati amanti di questo genere di poesia molti scrittori famosi quali Paul Eluard, Quasimodo, Ungaretti.